Torino, dito di un paziente scompare nel nulla: caso archiviato

·1 minuto per la lettura
Moncalieri
Moncalieri

Un incidente sul lavoro e la corsa in ospedale con parte del dito avvolta in una garza. La vicenda risale al 15 novembre 2020 quando un lavoratore rimase ferito all’interno della fabbrica a Ceresole d’Alba (Cuneo). L’uomo si presentò in ospedale consegnando parte dell’anulare staccato, ma l’ospedale smarrì il dito del paziente.

Incidente sul lavoro, pspedale di Moncalieri e la storia dell’uomo con il dito perso

Il 24 novembre 2020 l’operaio si sottopose a intervenuto chirurgico presso il Cto di Torino, subito dopo la scoperta di non aver più il dito. Dopo le prime medicazioni la mano fu bendata. Nel frattempo, però, il caso è passato dalle corsie dell’ospedale all’aula di un tribunale.

Incidente sul lavoro, pspedale di Moncalieri e la storia dell’uomo con il dito perso: la denuncia

La procura di Torino, dopo aver vagliato il caso, ha scelto invece di archiviare il caso. Un’infermiera ha effettivamente ammesso di aver visto il dito, ma di averlo gettato visto che era in necrosi. Secondo quanto riportato da la Repubblica, la procura di Asti avrebbe aperto un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità sul luogo di lavoro, per la vicenda del dito il caso sarebbe invece chiuso.

Incidente sul lavoro, pspedale di Moncalieri e la storia dell’uomo con il dito perso: aperta un’inchiesta

L’operaio è un cittadino indiano che da quando è accaduto l’incidente non sarebbe più riuscito a lavorare. L’amputazione della falange dell’anulare, insieme ad altre ferite gravi, ne avrebbero pregiudicato la mobilità dell’arto. L’uomo ha comunque raccontato diverse volte che un’infermiera avrebbe messo il dito in una busta di ghiaccio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli