Torino, drammatico incidente domestico: ragazzo di 17 anni muore schiacciato da un muletto

·2 minuto per la lettura
Tragico incidente domestico a Torino: 17enne muore schiacciato da un muletto
Tragico incidente domestico a Torino: 17enne muore schiacciato da un muletto

È una vera e propria tragedia quella che si è consumata a Nole, nel torinese, nella serata di venerdì 15 aprile 2022. Un ragazzo di 17 anni è stato schiacciato dal muletto che guidava, non per motivi di lavoro ed è morto sul colpo. Tutti i dettagli sulla vicenda.

Tragico incidente a Nole: 17enne muore schiacciato da un muletto

Quello che poteva essere classificato come un drammatico incidente sul lavoro, è in realtà un incidente domestico.

A Nole, cittadina in provincia di Torino e più precisamente in un capannone di via Cravanera, il giovane Luca Bertolo di appena 17 anni ha perso la vita nella serata di venerdì 15 aprile 2022, dopo essere stato schiacciato dal muletto che guidava.

La dinamica del tragico incidente che ha spezzato la vita di Luca Bertolo

Stando a quanto emerso dalle prime ricostruzioni in merito alla dinamica dell’incidente che ha spezzato la vita di Luca Bertolo, nella serata del 15 aprile 2022, sembra che il mezzo guidato dal 17enne si sia ribaltato, sbalzando fuori dalla cabina il ragazzo e schiacciandolo fatalmente.

Sembra inoltre che al momento dell’incidente il giovane si stesse occupando di spostare della legna per la famiglia, che di fatto è proprietaria del muletto e del capannone, all’interno dello stesso è situata un’azienda di Pallet che si è dichiarata estranea ai fatti, dal momento che il ragazzo non era impiegato presso la stessa.

Indagini in corso per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente

Spetterà ai Carabinieri della compagnia di Venaria Reale il compito di condurre le indagini su questa tragica vicenda e in particolare chiarire qual è stata l’esatta dinamica di quello che è stato classificato come un incidente domestico.

Su disposizione della Procura di Ivrea la salma del 17enne e il mezzo sono stati posti sotto sequestro per essere sottoposti agli accertamenti di rito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli