Torino, due arresti per l'omicidio di ieri

Torino, 6 ott. (LaPresse) - Due italiani, di 32 e 46 anni, sono stati arrestati a Torino per l'omicidio del 43enne Domenico Sorrenti avvenuto ieri nel primo pomriggio nel capoluogo piemontese. Le due persone arrestate per omicidio sono Vincenzo Di Pierro, 46 anni e Cristian Defeudis, 38 anni. Sono entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio e sono stati arrestati nella notte dai carabinieri di Torino. Vivono anche loro, come la vittima, a Le Torri, un complesso di case popolari nel quartiere Vallette di Torino.

L'arma del delitto non è ancora stata trovata. I vigili del fuoco la stanno cercando nel fiume Po. E' stato Di Pierro ad uccidere Sorrenti, ma pochi minuti prima, in una prima fase del litigio, ci aveva provato Defeudis, facendo fuoco sia contro di lui che contro il fratello Roberto.

Defeudis quindi deve rispondere di omicidio in concorso. Nella seconda fase della discussione, Di Pierro ha preso in mano l'arma e ha colpito la vittima alla schiena, con tre colpi, e con uno al volto. L'unico movente per ora sono "vecchi rancori".

Dopo la lite nata ieri intorno alle 13, i carabinieri hanno arrestato Defeudis nel pomeriggio. A mezzanotte hanno trovato Di Pierro, in lungo Po Antonelli. Aveva gettato nel fiume la pistola, una claibro 22, durante il pomeriggio.

Ricerca

Le notizie del giorno