Torino, Gallina nuovo presidente della Camera di Commercio

Prs

Torino, 2 mar. (askanews) - Dario Gallina, attuale presidente dell'Unione Industriale di Torino e amministratore delegato della Dott. Gallina Srl è stato eletto presidente della Camera di Commercio di Torino. Succede a Vincenzo Ilotte.

"Oggi per me - è stato il commento del neo presidente - è un giorno di grande emozione ma soprattutto di responsabilità. Torino e la sua provincia soffrono giorni difficili. Vediamo imprese alberghiere, ristoranti, bar, negozi svuotati e assistiamo a un'enorme difficoltà per piccole, medie e grandi imprese che hanno criticità a lavorare, a importare o a esportare, in Italia e nel mondo. E' bene dare subito un forte rilancio alle attività che la Camera di commercio promuove con un forte spirito di coeso utilizzando al meglio le risorse": Gallina ha riferito di essersi subito messo al lavoro con i consiglieri "per cominciare a confrontarci operativamente sulla difficile situazione di Torino e su che cosa è possibile attuare".

A tracciare un bilancio del precedente quinquennio è stato il presidente Ilotte, che ha detto di lasciare "un ente riorganizzato e ben strutturato, con un personale efficiente che si è velocemente riconvertito al nuovo scenario e che sa offrire con alti livelli di qualità sia i servizi amministrativi telematici sia le nuove competenze attribuite negli ambiti della digitalizzazione nelle imprese, del dialogo tra scuola e lavoro e del turismo".

"Lascio quindi una Camera di commercio che in questi anni ha ridotto i costi di funzionamento del 23%, con un aumento della produttività del 12% ed un avvio di politiche di welfare aziendale, volte a rimotivare tutta la squadra; un personale pronto ai nuovi temi legislativi, in particolare sul digitale. La Camera in questi anni ha investito più di 30 milioni di euro sulla promozione del nostro territorio ed ha potenziato gli osservatori ed i servizi gratuiti a disposizione delle nostre imprese, oltre che razionalizzare e rilanciare il proprio patrimonio immobiliare", ha spiegato ancora Ilotte, che ha detto di aver lavorato al riposizionamento dell'ente, "grazie all'avvio e sperimentazione di operazioni di sistema nell'interesse del territorio che, per la prima volta, hanno visto insieme tutte le sue forze economiche: dal dossier di candidatura alle Olimpiadi invernali 2026 per passare a quello delle ATP Finals, dalla grande mobilitazione per la TAV alla Makers' School".

"A Dario Gallina, caro amico che conosco ed apprezzo da molti anni, lascio una Camera di commercio che potrà guardare con serenità alle sfide del futuro, avendo già identificato alcuni assi di sviluppo unitamente alle risorse economiche necessarie per realizzarli. L'auspicio è che non si perda la focalizzazione su progetti di sistema volti ad uno sviluppo sostenibile del suo tessuto imprenditoriale", ha concluso Ilotte. Il 18 marzo sarà eletta la Giunta.