Torino, il grillino Versaci apre ai Dem

webinfo@adnkronos.com

Torino in fermento con il botta e risposta via social tra l’ex numero della Sala Rossa, il pentastellato Fabio Versaci e il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Stefano Lo Russo, sulla possibilità di  alleanze locali tra M5S e Pd. 

Il primo, in un lungo post su Fb, si dice convinto che su grandi temi quali immigrazione e qualità della vita delle persone, a cominciare da salario minimo e occupazione "si possa trovare punti comuni su cui lavorare, per togliere fiato a una destra senza idee" e aggiunge "credo che questi temi siano condivisibili, iniziamo da qui" 

"Il nuovo esecutivo - osserva Versaci -  ha una grande occasione per dimostrare al Paese che una politica diversa è possibile e per questo spero che una collaborazione a tratti surreale, che molto mi ha lasciato dubbioso, come quella tra M5S  e Pd possa funzionare". 

"Il nostro giudizio su Appendino e la sua squadra - replica Lo Russo - è inappellabile e resta assolutamente negativo. In questi anni ho comunque avuto modo di vedere all'opera alcuni consiglieri del Movimento e resto persuaso del fatto che alcuni di loro, magari più timidi politicamente ma anche più in buona fede, qualora evolvessero potrebbero anche dare un loro contributo in futuro". 

"Il centrosinistra sta lavorando, a partire dal Pd - prosegue Lo Russo -  a costruire un progetto di città che faccia ripartire Torino e che sono convinto sarà non solo in grado di coinvolgere le energie migliori di Torino ma anche di raccogliere e re-interpretare in chiave positiva alcune giuste istanze originarie del Movimento". 

"In quest'ottica sono ottimista sul fatto che certamente molti elettori delusi ma anche molti militanti e alcuni degli attuali consiglieri, alla luce della loro deludente esperienza con il M5S, potrebbero essere interessati a darci una mano e sostenere il centrosinistra e il rilancio di Torino nel 2021.Noi andiamo avanti su questa linea. Tempo al tempo", conclude il capogruppo dem.