Torino, i manifestanti e il saccheggio del negozio di Gucci

Lme
·1 minuto per la lettura

Milano, 26 ott. (askanews) - Una delle immagini che hanno caratterizzato la notte di scontri tra manifestanti anti Dpcm e forze dell'ordine a Torino, una notte difficile, che ha visto dieci fermi e due agenti feriti, oltre che l'inquietante presenza nei cortei di personaggi del mondo ultrà, è quella del saccheggio del negozio di Gucci in via Roma. Il video sta circolando in Rete da ore e mostra un gruppo di giovani, apparentemente molto giovani e dall'aspetto non particolarmente aggressivo che di fronte alla vetrina sfondata dello storte del celebre marchi della moda, rubano i vestiti dai manichini, tentando di accaparrarsi un capo firmato. Un altro aspetto delle proteste di questi giorni che, come hanno scritto in molti su social media, sono fatte nel nome dei commercianti ai quali poi si sfascia la vetrina. Ovviamente Gucci è un brand globale e non un negozio di quartiere, ma quel vetro spaccato è una innegabile conseguenza, o danno collaterale che dire si voglia, della manifestazione indetta nel nome di una forma di "libertà".