Torino, Napoli (Fi): per Appendino si avvicina momento verità

Pol/Vlm

Roma, 17 lug. (askanews) - "Alla vigilia dell'incontro chiarificatore (?) con la sua maggioranza, il sindaco Chiara Appendino registra una nuova defezione: la consigliera Marina Pollicino ha lasciato il gruppo Cinquestelle per passare al misto. È il secondo abbandono in pochi mesi. Queste defezioni, però, non hanno placato le turbolenze all'interno di un gruppo profondamente diviso e sempre in ebollizione. Il sindaco è atteso domani e nei prossimi giorni al momento della verità: il ritiro delle deleghe al vice sindaco Montanari ha innescato un chiarimento che per essere autentico e proficuo deve essere portato fino in fondo". Lo dichiara in una nota Osvaldo Napoli, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale.

"Se il sindaco riuscirà a tenere la barra dritta, come giustamente auspica il presidente dell'Unione industriali Dario Gallina, sarà un vantaggio per la città e i torinesi. Tenere la barra dritta significa però riconoscere i gravi errori fino a oggi compiuti e, soprattutto, significa rimuovere le cause politiche, tutte interne al gruppo M5s, che hanno portato alla paralisi dell'azione politico-amministrativa. Sia chiaro: il sindaco non può chiamarsi fuori da questo stato di cose, avendo accettato gli ukase e gli ultimatum del suoi consiglieri. Torna sempre di attualità il suggerimento che rivolgo da tempo a Chiara Appendino: se vuol governare, deve mettere mano in profondità alla sua giunta e aprirla alle energie della società civile. Se invece di governare vuole soltanto durare, può lasciare le cose immutate, sapendo però che scaricherà su Torino e i torinesi il prezzo del suo immobilismo", conclude.