Torino, rinvenuta sulla tangenziale la carcassa di un lupo -3-

Ska

Roma, 7 feb. (askanews) - Intanto l'autopsia sulla lupa recuperata morta il 23 dicembre scorso a Piossasco ha confermato la presenza di ferite da arma da fuoco. I sanitari del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell'Università di Torino e dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta che hanno condotto la necroscopia hanno confermato che tre proiettili hanno attraversato il corpo dell'animale. A produrre le ferite riscontrate sulla lupa potrebbero essere stati dei pallettoni, come quelli che si usano per la caccia alla volpe.

Le indagini sono ancora in corso da parte degli agenti della Direzione Sistemi naturali della Città Metropolitana, per individuare i responsabili dell'evento. La popolazione, in particolare quella residente a Piossasco, è invitata a collaborare, comunicando eventuali informazioni utili alla vigilanza faunistica della Città Metropolitana di Torino. I lupi non possono essere cacciati perché sono animali protetti sia dalle leggi italiane che dalle direttive europee.