A Torino scienziati a confronto per futuro sostenibile del pianeta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 set. (askanews) - Si tiene dal 19 al 21 settembre, al complesso didattico di Torino Esposizioni, il congresso Geosciences for a sustainable future, organizzato dalla Società Geologica Italiana (SGI) e dalla Società Italiana di Mineralogia e Petrologia (SIMP) e presieduto da Rodolfo Carosi, Professore di Geologia Strutturale all'Università di Torino e vice-Presidente della SGI e Daniele Castelli, Professore di Petrografia all'Università di Torino e past-President della SIMP.

Previsti tre giorni di sessioni scientifiche sulle principali tematiche delle Geoscienze, - informa l'Università di Torino - con tre conferenze plenarie di studiosi di rilievo internazionale, una tavola rotonda dal titolo "Geosciences for a sustainable future", numerosi workshop sulle applicazioni pratiche della geologia e forum su argomenti di rilevante impatto geologico-sociale e su grandi temi di interesse pubblico. Si tratta del primo congresso nazionale in presenza dall'inizio della pandemia che vedrà la partecipazione di oltre 1100 addetti provenienti da Università e Enti di ricerca italiani e stranieri, professionisti e giovani.

Il giorno prima dell'inizio della manifestazione, domenica 18 settembre, ci sarà il PhD day, una giornata organizzata dai giovani per i giovani dedicata ai temi di ricerca dei dottorandi italiani. Circa 40 giovani ricercatori, dottorandi e studenti ("helpers") si sono messi a disposizione e prenderanno parte attivamente all'organizzazione nei tre giorni del congresso. Il congresso prevede 50 sessioni scientifiche che coprono uno spettro molto ampio di tematiche tipiche delle Scienze della Terra, che spaziano da argomenti di ricerca di punta fino alle applicazioni delle geoscienze utili per la società. Il Congresso sarà anche l'occasione per riflettere sul ruolo delle Geoscienze per un futuro maggiormente sostenibile della Società e del Pianeta, sulla funzione che esse devono assumere nella formazione del cittadino, nella protezione dai rischi naturali e nella salvaguardia del patrimonio culturale e naturale che fanno dell'Italia un luogo unico.

Il congresso prevede inoltre escursioni geologiche sul campo per permettere ai partecipanti di osservare e discutere direttamente di fronte alle strutture naturali dalle Alpi alla Sardegna. Le escursioni, giornaliere o di più giorni, saranno guidate da team di geologi esperti che illustreranno la geologia e altri aspetti rilevanti delle Geoscienze in località chiave. Le escursioni rappresentano occasioni uniche per toccare con mano la geologia sotto la guida di chi conosce bene il territorio e può trasmettere, direttamente sul campo, un ricco patrimonio di geo-conoscenze.