Torino, scontri corteo 1 maggio 2019: 13 misure cautelari

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

La Polizia di Stato di Torino, nell’ambito di un’articolata indagine svolta dalla Digos della Questura di Torino e coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha eseguito 13 misure cautelari, di cui 1 ai domiciliari, 3 divieti di dimora a Torino e nei Comuni della val Susa e 9 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria nei riguardi di leader e militanti di Askatasuna responsabili dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata aggravati, commessi in occasione del corteo del 1° maggio 2019.

In particolare, è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di uno dei leader storici di 37 anni, al quale è stato riconosciuto anche il ruolo di coordinamento e direzione delle fasi violente della manifestazione. Tre di loro sono destinatari del divieto di dimora nei Comuni di Torino e della Val Susa, mentre nei confronti altri 8 è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.