Torino, via barriere architettoniche, Comune approva progetto

Prs

Torino, 17 mar. (askanews) - Duecentomila euro per eliminare le barriere architettoniche a Torino. La Giunta Appendino, su proposta dell'assessore ai Trasporti Maria Lapietra, ha approvato il progetto esecutivo. La scelta dei luoghi in cui intervenire è avvenuta anche attraverso il confronto dei tecnici del Comune con i comitati spontanei di quartiere e con le associazioni dei disabili.

Gli interventi riguardano soprattutto via Stradella, negli incroci con via Cambiano, via Marchese Visconti, via Vittoria, via Gramegna, via Bibiana, via Conte di Roccavione, dove saranno ampliati i marciapiede, realizzati percorsi pedonali protetti e creati "nasi" di protezione, installate piastrelle loges per non vedenti e scivoli per carrozzine e carrelli.

Altri interventi in via Scialoja. Attenzione anche per i cosiddetti "punti neri", le situazioni critiche per pedoni - e in particolare per i disabili - segnalate da più parti: manutenzione dei marciapiede, scivoli e attraversamenti, semafori, deflusso delle acque piovane, percorsi per disabili, segnaletica orizzontale e verticale, opere di messa in sicurezza (transenne, dossi, dissuasori, guard rail).