Torna in città per le sigarette: ritrovato escursionista disperso

lorenzo trovato

Era partito il 16 settembre 2019 da Voltri e aveva programmato una gita che sarebbe durata giusto un paio di giorni, fino a Punta Martin. E invece Lorenzo Ghigliotti, un ex poliziotto di 47 anni, ha destato la preoccupazione di parenti e amici perché dell’uomo non si è saputo niente per ben 10 giorni. E’ riapparso in città, a Mele, soltanto perché aveva finito le provviste ma soprattutto le sigarette. Si è recato in un bed and breakfast la cui proprietaria, che sapeva della vicenda, ha subito allertato le forze dell’ordine.

Ritrovato dopo 10 giorni

«Scusatemi non volevo creare tutto questo disagio. Mi dispiace: dovevo stare via quattro giorni ma poi ho deciso di fermarmi di più e non immaginavo di avere creato tanta preoccupazione». Si è giustificato così Lorenzo Ghigliotti, introvabile per dieci giorni. L’uomo aveva per di più volutamente lasciato il suo cellulare a casa, finendo così catapultato in una realtà parallela, solo e completamente a contatto con la natura.

Aveva pensato a tutto: sigarette, cibo in scatola, teli di nylon per ripararsi dai forti temporali. Ma una volta finite le provviste, l’uomo ha pensato di interrompere la sua gita e di tornare in città soprattutto per mancanza di sigarette. In tanti tra famiglia e amici si sono preoccupati per l’uomo che risultava a tutti gli effetti disperso. Le forze dell’ordine e i soccorsi, in questi dieci giorni, si sono mossi con unità cinofile, droni: almeno una trentina di persone erano impegnate nelle ricerche di Lorenzo Ghigliotti che è poi ricomparso. Spontaneamente.