Torna dal carcere ex uomo più ricco di Cina e promette di rinascere

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 feb. (askanews) - L'ex uomo più ricco della Cina, dopo anni di traversie giudiziarie che l'hanno portato dietro le sbarre, è tornato sulla scena e ha promesso che in un anno e mezzo farà rinverdire la sua gloria passata. Il South China Morning Post racconta oggi la sfida lanciata da Huang Guangyu, fondatore della catena di negozi di elettronica Gome Retail.

Era il 2008 e il mondo della ricchezza in Cina non era ancora dominato da Jack Ma e dagli altri fondatori e capi delle aziende web. Huang, allora, era il numero uno, l'uomo più ricco della Cina, il simbolo di una rampante nuova classe di imprenditori che guidava la repubblica fondata da Mao Zedong verso il paradiso del capitalismo (con caratteristiche cinesi).

Ma quell'anno la polizia fece visita a Huang e lo mise in carcere col sospetto di "crimini economici". Due anni dopo la condanna per insider trading e corruzione. Quattordici anni di carcere non sono pochi, ma Huang ne scontò solo dieci, per buona condotta. Fu rilasciato nel 2020.

Intanto le redini della Gome erano state lasciate nelle mani della moglie Du Juan che dové affrontare la metamorfosi del settore del commercio, con l'avvento dell'e-commerce coi suoi giganti. In questo nuovo ambiente, Gome divenne qualcosa di piccolo, in proporzione alle dimensioni dei campioni del mercato.

"Noi tenteremo di riprendere la nostra originale posizione di mercato nei prossimi 18 mesi", ha detto Huang che ha 52 anni, in un discorso al suo managemente pubblicato sulla messaggeria WeChat.

Nello specifico, Huang non ha precisato come intenda diventare leader nel settore, affrontando i titani dell'e-commerce, a partire da Alibaba o JD.com, o anche i concorrenti più grandi della vendita attraverso negozi fisici, a partire da Suning.

I mercati hanno risposto piuttosto bene agli annunci bellicosi di Huang: sulla piaza di Hong Kong oggi, prima della chiusura, il titolo di Gome è salito del 20 per cento e, dall'inizio dell'anno, ha più che raddoppiato il suo valore, pur essendo lontano dai livelli del 2008.

Non che negli anni di assenza del fondatore l'azienda sia crollata. Anzi, nel periodo 2008-2019 - secondo i dati diffusi dalla stessa Gome - le sue vendite sono cresciute del 22 per cento. Ma il passo di questa crescita è stato ben lontano da quello di giganti come Suning, che ha quintuplicato le sue vendite. Dal 2017, poi, Gome ha registrato perdite.

Huang ha fondato il suo impero nel 1987. L'allora giovane imprenditore veniva da una carriera scolastica poco brillante a Shantou, in Guangdong meridionale. Nel momento migliore, la Gome ha avuto più di mille negozi in Cina. In borsa ci è andata nel 2004, a Hong Kong, quando Huang aveva 35 anni. Secondo la lista dei cinesi più ricchi Hurun China Rich List, è stato l'uomo più ricco della Cina tra il 2006 e il 2008. Non ha avuto quindi grossi problemi a pagare anche i 54 milioni di dollari di multa che gli sono stati comminati a corredo della condanna penale.