Torna 'Giochi Senza Frontiere', uno degli show più amati di sempre

Giochi Senza Frontiere tornerà in tv?

La televisione italiana è un luogo ove regna la nostalgia? Sembra di sì, dopo la notizia data da vari siti specializzati, secondo la quale tornerà in onda uno degli show più amati degli anni '90: Giochi Senza Frontiere.

Originariamente trasmesso dalla RAI, la gara tra nazioni europee che fu condotta per molti anni da Ettore Andenna potrebbe tornare addirittura su Mediaset, rete Canale 5.

Secondo le prime indiscrezioni il format potrebbe essere guidato da Ilary Blasi, che ha abbandonato il timone del Grande Fratello VIP. Certo, la Blasi non ha lo stesso tipo di carriera di Andenna, ma per lei potrebbe essere un rilancio interessante.

Molti mettono in dubbio la notizia, in quanto il format di Jeux Sans Frontieres sarebbe ancora oggi di proprietà dell'Unione Europea di Radiodiffusione (acronimo esatto: EBU, European Broadcaster Union), di cui fa parte la Rai ma non Mediaset. Tuttavia il canale dei Berlusconi potrebbe aver acquisito i diritti dello show, che non viene realizzato dal 1999.

Tanto per ricordare, Giochi Senza Frontiere era una sorta di gara su discipline assai bizzarre e divertenti, svolte in grandi piazze europee e con squadre composte da comunità locali (come Bolzano o Vigevano, per l'Italia). Proprio il nostro paese è quello che ha contribuito di più ai giochi, con 30 partecipazioni e quattro vittorie assolute.

Il programma veniva trasmesso dalla Rai (prima Rai 2, poi Rai 1) ed è stato condotto da diversi presentatori oltre allo storico Andenna; parliamo di Claudio Lippi, Enzo Tortora, Mauro Serio, Maria Teresa Ruta, Milly Carlucci, Giulio Marchetti. Il grande successo di Giochi Senza Frontiere era esteso anche alla vicina Svizzera, in particolare nel 'cugino' italiano - il Canton Ticino.

Giochi Senza Frontiere dovrebbe così fare parte dell’intrattenimento di Canale 5 per l’autunno, a fianco di Temptation Island Vip, Amici Vip, Grande Fratello Vip e Tú sí que vales. Sul format c'è una speranza: che venga ricalcato il programma originale nelle sue basi, senza stravolgerlo. Ma si sa, nel passaggio da una rete pubblica a una commerciale potrebbe venir fuori uno show completamente diverso.