Torna Goletta verde: nel 2019 contestati 23.623 reati, +15,6% -5-

Red/Apa

Roma, 30 giu. (askanews) - "I dati di Mare Monstrum e delle Golette dello scorso anno ci parlano di acque in preda a vecchie e nuove minacce. Dal marine litter, cui si aggiunge la dispersione dei dispositivi di protezione, agli scarichi illegali e all'abusivismo. Per questo, siamo pronti a ripartire con Goletta Verde e Goletta dei laghi in una formula inedita per capillarit e diffusione - spiega Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente - In campo, nel 2020, una straordinaria operazione di citizen science, con centinaia di volontari impegnati direttamente nei campionamenti delle acque e nel censimento dei rifiuti lungo le coste. Spetta infatti a noi cittadini e alle istituzioni avere cura dell'ecosistema acquatico. Servono certamente pi controlli e migliori strumenti per monitorare i territori; un'accelerazione nella lotta all'abusivismo edilizio che solo una riforma pi incisiva della legge pu garantire; una profonda modifica normativa del settore della pesca, con sanzioni pi efficaci per chi saccheggia il mare. Quanto alla cattiva depurazione, la vera opera incompiuta del nostro Paese, per la quale siamo gi stati condannati dall'Ue a pagare 25 milioni di euro, cui se ne aggiungono 30 ogni semestre di ritardo nella messa a norma. Risorse che potremmo destinare ad adeguare gli impianti, mentre siamo qui a raccontare di inadempienze e irresponsabilit. Le Golette, per fortuna, ci parlano anche di amministratori virtuosi e buone pratiche, a conferma che l'attenzione all'ambiente la chiave per la ripartenza".