Torna il Festival della Giustizia Penale di Modena dal 20 al 22 maggio

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 mag. (askanews) - Torna in presenza, ma manterrà anche la fruibilità online dopo i 135mila contatti dello scorso anno, il Festival della Giustizia Penale 'Scienza, tecnologia, giustizia'.

La terza edizione dell'appuntamento promosso e organizzato dall'Associazione Festival Giustizia Penale Onlus, si svolgerà da venerdì 20 a domenica 22 maggio, con un pre event giovedì 19. Da un'idea di Luca Lupària Donati, Direttore Scientifico, e Guido Sola, Presidente di Fgp, con Martina Cagossi, Elena Lenzini, Roberto Ricco e Gianpaolo Ronsisvalle, il Festival della Giustizia Penale si svolge a Modena, Carpi, Sassuolo e Pavullo e conta su ospiti di altissimo livello.

Lo psicoanalista e saggista Massimo Recalcati, il virologo Matteo Bassetti, lo psichiatra e scrittore Paolo Crepet, la direttrice del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza Elisabetta Belloni, il giornalista Luigi Ferrarella, il saggista Armando Torno, i sottosegretari alla Giustizia, Francesco Paolo Sisto e alla Difesa, Giorgio Mulè, il Procuratore di Napoli, nominato Procuratore Nazionale Antimafia, Giovanni Melillo, l'esperta di medicina legale e scrittrice, Cristina Cattaneo. Così come Brendon Garrett della Duke University, Adam Nieto Martin dell'Università della Castilla La Mancha e Fabien Tarissan dell'Ens di Parigi. Sono solo alcuni degli 84 relatori del Festival della Giustizia Penale che si propone anche quest'anno, di avvicinare un vasto pubblico a temi complessi, utilizzando registri comunicativi e organizzativi non convenzionali, che raccontino storie di vita, traducendo i linguaggi propri di giuristi e professionisti del diritto.

"L'evento coinvolge giuristi, certo, ma soprattutto non giuristi - sottolinea Luca Luparia Donati -, il tema scelto è di grande interesse e mette in campo parole chiave come intelligenza artificiale, neuroscienze, psicanalisi, scienze forensi, con la presenza di divulgatori ed esperti. Il rapporto tra scienza, tecnologie e giustizia penale è ricco di spunti e di suggestioni che interessano la vita di tutti".

La manifestazione viene realizzata in collaborazione con i comuni di Modena, Carpi, Sassuolo e Pavullo, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, all'Università di Modena e Reggio Emilia, all'Ordine degli avvocati di Modena, alla Camera Penale di Modena, a Italy Innocence Project e al Lions di Pavullo. Il Festival, inoltre, gode del patrocinio del Senato della Repubblica e della Regione Emilia-Romagna, oltre che di numerosi altri enti.

Sono coinvolti ospiti di primo piano, che potranno offrire fondamentali spunti di riflessione sull'impatto delle nuove tecnologie e dei più avanzati approdi della scienza sulla giustizia penale e, ancor prima, sulle vite delle persone. Il fitto programma, costruito intorno ai temi della scienza e della tecnologia, vedrà infatti la partecipazione di importanti studiosi del diritto, tra cui professori universitari (anche stranieri), giudici costituzionali, vertici della magistratura e dell'avvocatura, oltre ad esponenti politici, opinionisti, scienziati e giornalisti.

Il programma, ricchissimo, è consultabile sul sito festivalgiustiziapenale.it e tutte le sessioni saranno gratuite e disponibili anche online sul sito e sul canale Youtube del Festival.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli