Torna il Festival della Peste, in versione “da asporto”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 nov. (askanews) - Arriva il primo Festival Delivery: dal 10 novembre 2021 torna per la sua quarta edizione Il Festival della Peste!, promosso dalla Fondazione Il Lazzaretto di Milano, in un inedito formato 'da asporto' dedicato alla presentazione dei progetti commissionati e realizzati nel corso dell'anno da artisti fra cui Sara Leghissa, il collettivo fotografico Cesura, l'illustratrice catalana Luci Gutiérrez, oltre agli studenti della Scuola Mohole.

"Cosa può diventare un festival senza la presenza fisica delle persone? Come restare in dialogo anche se distanti? A partire da queste domande e dalla situazione pandemica che abbiamo vissuto - afferma Linda Ronzoni, Direttrice Creativa della Fondazione - ci siamo chiesti come utilizzare questa complessità per sperimentare nuove formule di fruizione culturale. È nata da qui la decisione di creare un vero e proprio festival in versione delivery, pensato per portare la cultura direttamente a casa. Come? Attraverso una speciale scatola d'artista numerata, dal design che richiama il più classico cartone della pizza, ma che nella realtà racchiude un'inattesa scatola delle meraviglie tutta da scoprire, con piccoli estratti dei lavori di un anno condotti insieme ai nostri compagni di viaggio. Stavolta non arriva a casa una pizza, o un sushi, ma un festival".

Al suo interno il 'cartone da asporto' - ordinabile esclusivamente a partire dalla mattina di martedì 9 novembre tramite l'apposito form sul sito - contiene una serie di oggetti che raccontano in maniera originale i progetti nati nell'ambito del programma dei Virus! della Fondazione, attraverso il quale il Lazzaretto focalizza ogni anno la propria attenzione su un tema con l'intento di riunire e stimolare attorno ad esso sguardi eterogenei e plurali. Ordine/Disordine è il tema guida del 2021: tra i protagonisti di questa edizione, il lavoro della live artist Sara Leghissa, del collettivo fotografico Cesura, quello degli studenti della Scuola Mohole di Milano, oltre a due progetti firmati dal team creativo del Lazzaretto (un progetto editoriale realizzato in collaborazione con l'illustratrice catalana Luci Gutiérrez e un murale incentrato sul tema dell'anno). Verrà inoltre presentato il lavoro del vincitore del Premio Lydia, Daniele Costa.

Tutti gli oggetti inclusi nella scatola - che rappresentano indizi e "precipitati" dei singoli lavori - saranno svelati e integrati con approfondimenti sui progetti attraverso il sito ilfestivaldellapeste.com e potranno essere fruiti comodamente a casa propria, senza limiti di tempo. La scatola dovrà essere ritirata presso la Fondazione Il Lazzaretto nella serata di lancio del Festival entro le ore 20.00. La partecipazione sarà possibile fino ad esaurimento posti, previa registrazione all'evento di presentazione del festival tramite il form sul sito.

Il programma dal vivo del festival sarà limitato alla serata di mercoledì 10 novembre - sempre nel rispetto delle vigenti misure di prevenzione - presso la sede della Fondazione Il Lazzaretto, in Via Lazzaretto 15 a Milano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli