Torna in Iraq la statua della Dea Madre, oggi cerimonia restituzione -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 23 lug. (askanews) - L'ambasciatrice della Repubblica dell'Iraq Safia Taleb Al- Souhail, ha manifestato il suo profondo riconoscimento allo Stato italiano e a tutte le Istituzioni - Ministero degli Esteri, Ministero per i beni e le Attivit Culturali e per il Turismo e il Comando TPC Carabinieri - che hanno un ruolo attivo e straordinario nel rintracciare e recuperare i reperti archeologici iracheni esportati illegalmente, tra cui la "dea Madre". L'Ambasciatrice ha espresso gratitudine al Ministro Franceschini per aver promosso e ospitato la cerimonia di consegna presso la sede del Ministero e ha elogiato il distinto ruolo e l'impegno che esercita l'Italia nel campo della diplomazia culturale per la tutela del patrimonio mondiale.

Durante l'incontro con l'ambasciatrice Safia Taleb Al- Souhail avvenuto prima della cerimonia, il Ministro Franceschini ha ribadito che il recupero e la restituzione di questo antico manufatto "un'altra importante prova di collaborazione e dell'eccellente lavoro svolto dal Comando carabinieri TPC di cui dobbiamo essere orgogliosi".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.