Torna la guida Flos Olei 2018: 500 aziende nei 5 continenti

Red/Apa

Roma, 22 nov. (askanews) - 500 aziende sparse nei 5 continenti e provenienti da 51 Paesi, 778 oli extravergine recensiti, 84 cartografie mondiali delle zone olivicole, 43 collaboratori internazionali: sono questi i numeri che fanno di Flos Olei 2018, nona edizione della Guida, la più importante pubblicazione di settore a livello globale. La guida è un vero e proprio Atlante Olivicolo, in doppia lingua, italiano-inglese, sottolinea Marco Oreggia, curatore ed editore di Flos Olei. A dare ulteriore valenza internazionale al progetto ci sono poi i Flos Olei Tour, ovvero gli eventi all'estero durante i quali vengono presentate le aziende e le etichette descritte in Guida. Monaco, Berlino, Londra, Varsavia, New York, Helsinki, Washington, Amsterdam: sono state alcune delle tappe che in questi anni hanno costituito una preziosa occasione di mercato per i produttori. Senza dimenticare i Flos Olei Point, i luoghi dove trovare la Guida, presenti a decine in tutti i continenti: 60 quelli in Italia, 38 nel resto d'Europa, 20 tra Africa, Asia, Oceania e Americhe.

Un'eco globale riscontrabile anche nel successo riscosso dalla prima edizione di "AgriCulture", il Film Festival nato dalla collaborazione tra Flos Olei e MEET (Movies for European Education and Training) che sostiene l'uso dei media nella didattica e realizza festival cinematografici nel settore istruzione e formazione. A partire dal lancio del progetto, avvenuto nell'ambito della passata edizione della Guida, sono state infatti ben 647 le opere giunte da 81 Paesi di tutto il mondo. Documentari, reportage, spot, fiction, disegni animati, video storytelling e produzione ibride aventi come tematiche le interrelazioni tra cultura, agricoltura, produzione alimentare e biodiversità. A portare il proprio contributo, oltre a registi indipendenti, sono stati gli stessi produttori agricoli, insieme a scuole, università, associazioni e istituzioni operanti nei settori istruzione e formazione.

"Siamo molto soddisfatti - dichiara il Presidente di MEET Claudio Federico - del feedback ottenuto da questa prima edizione del Festival. "AgriCulture" vuole essere non solo una vetrina per film maker, ma un luogo di incontro e confronto, capace di dare i giusti spunti critici a tutti gli attori del mondo agricolo, consentendo di approfondirne la conoscenza e, soprattutto, diffondendo quelli che sono i suoi valori". Le opere in concorso, suddivise nelle due categorie "Europe" e "World", sono state giudicate da una giuria nominata dalla direzione del Festival tenendo conto di tecnica, efficacia comunicativa, contenuti e originalità nello sviluppare le tematiche indicate. La premiazione dei migliori tre cortometraggi per categoria avverrà sabato 9 Dicembre, a partire dalle ore 11.00, presso l'Hotel The Westin Excelsior di via Veneto 125, a Roma, in occasione della presentazione di Flos Olei 2018.

Una selezione dei filmati pervenuti - 11 per la sezione Europa e 11 per quella Mondo - verrà inoltre proiettata durante l'evento romano. La giornata dedicata all'oro verde proseguirà infatti - a partire dalle 15.00 e fino alle 22.00 - con la presenza di decine di banchi d'assaggio per la degustazione, aperta al pubblico, dei migliori oli del mondo insieme ad altre numerose eccellenze enogastronomiche. Nutrita, e con molte gustose sorprese, la schiera degli chef presenti che proporranno per l'occasione le loro creazioni in abbinamento ai migliori oli extravergine.