Torna l'acqua alta a Venezia, paura per la piena dell'Arno

Venezia (AP Photo/Luca Bruno)

Il vento di scirocco ha ripreso a soffiare riportando l'acqua alta a Venezia, con piazza San Marco chiusa al passaggio dei pedoni. Nel centro storico la marea ha raggiunto il picco massimo di un metro e 50, ma ora sta cominciando a scendere. Sempre in Veneto preoccupa la piena del Piave con il governatore Luca Zaia che ha convocato una riunione della Protezione civile.

VIDEO - Venezia: torna l'acqua alta, picco di 150 centimetri

Ore d'ansia in Toscana per la piena dell'Arno. A causa delle piogge che da sabato hanno interessato la gran parte della regione, il fiume continua a salire. L'idrometro a Firenze Uffizi ha registrato alle ore 13 un colmo della piena a 4,80 metri, quindi sotto il secondo livello di guardia, che è di 5,50 metri, comunque al di sopra dei massimi registrati negli ultimi 20 anni. Una leggera tracimazione c'è già stata alle Sieci, nel Comune di Pontassieve, alle porte di Firenze.

Allagamenti anche nel Grossetano dove un torrente è uscito fuori dagli argini. Evacuate 23 famiglie a Barberino Tavarnelle e 500 persone a Cecina (Livorno) per esondazioni dei fiumi.

Preoccupazione anche in Emilia Romagna, dove è allerta rossa per fiumi e torrenti. E’ esondato il torrente Idice nella zona di Budrio, nel bolognese: oltre 200 gli evacuati e una coppia di coniugi sono stati salvati con un elicottero dei vigili del fuoco. Ora si teme l'esondazione del Reno. Il rischio è soprattutto per la zona Trebbo di Reno, la stessa dove a febbraio 2019 le acque ruppero gli argini, creando non pochi danni. Già diecimila persone sono senza luce e gas.

VIDEO - Il ministro Lamorgese incontra gli 'angeli di San Marco' 

Paura ma niente vittime anche in Alto Adige, dove una valanga è caduta su un centro abitato in Val Martello, vicino a Bolzano: neve e alberi sradicati si sono riversate a valle, invadendo le strade del paese. Danneggiate alcune case.

Chiusa per alcune ore l'Autobrennero dopo che un cavo di media tensione è caduto sulla carreggiata e sulla linea ferroviaria. Senza energia elettrica 6.500 utenze.

Vento e pioggia a Roma, dove un uomo è in gravi condizioni dopo che un albero è caduto sull'auto nella quale viaggiava ad Albano Laziale.

Gravi danni anche a Napoli ai Circoli Canottieri e Posillipo. A Giugliano un albergo è stato evacuato, Procida è isolata , difficili i collegamenti con Ischia. Nel Casertano una bomba d'acqua ha allagato i campi e distrutto le stalle.

VIDEO - 5 domande su...Venezia