Torna Motor Bike Expo, dal 13 al 16 gennaio a Verona

·2 minuto per la lettura

Il popolo delle due ruote può tirare un sospiro di sollievo. E' confermato il Motor Bike Expo, la quattro giorni per gli appassionati di moto in programma a Veronafiere da giovedì 13 gennaio a domenica 16: otto padiglioni aperti al pubblico per un totale di 600 espositori su un’area di 120.000 mq dove la moto personalizzata brilla accanto alla produzione di serie. Per il mondo Custom MBE è la vetrina più prestigiosa, e proprio a Verona saranno svelate in anteprima assoluta le nuove creazioni del 2022: oltre cinquanta custom bike mai viste al mondo.

Tra gli ospiti più attesi il trenta volte Campione del mondo di trial Toni Bou, che sabato e domenica si esibirà nel padiglione 8 in una sessione di salti, evoluzioni e “tricks" che lasceranno tutti col fiato sospeso, gli artisti americani Ray Drea (Capo del dipartimento di design di Harley-Davidson dal 2012 al 2019) e Darren McKeag; il fotografo di fama mondiale Michael Lichter, l’inarrestabile Franco Picco di ritorno dalla Dakar.

In occasione dei 110 anni di Benelli, a Motor Bike Expo la Casa pesarese esporrà tutti i modelli della nuova gamma, con i riflettori accesi sull’attesissima adventure bike TRK 800, che affianca la best-seller TRK 502 X. L’altra “punta di diamante” dell’esposizione sarà l’iconica Leoncino, nelle versioni 800, 800 Trail e 125. MBE sarà anche la vetrina per le ultime novità della gamma Ducati. Gli appassionati potranno scrutare da vicino gli ultimi modelli come Desert X, Panigale V4 S, Streetfighter e Multistrada.

Quanto al mondo Custom, il lungo weekend veronese sarà occasione per la presentazione di cinquanta progetti innovativi, che si confronteranno nei vari stand e nei numerosi contest: Carlo Colombo di Asso Special Bikes presenterà cinque special completamente inedite e trenta moto in esposizione mentre Punto di Fuga presenterà a Verona un nuovo Sidecar: un progetto “ibrido”, realizzato su meccanica Harley-Davidson con carrozzeria e richiami estetici Indian, che farà certamente discutere.

Per gli amanti del Custom, inoltre, una delle novità più ghiotte sarà l’allestimento, al Padiglione 1, del Custom District. Si tratta di un’area interamente dedicata alla cultura custom, caratterizzata dalla presenza di stand particolarmente scenografici, artisti, customizer e protagonisti della scena internazionale. Il tutto ruoterà attorno al palco Simpson, area baricentrica su cui faranno bella mostra di sé auto speciali ed hot rod. La nuova area a questo dedicato riunirà i grandi nomi della scena italiana e internazionale in un allestimento mai visto prima, con pezzi unici che stupiranno gli appassionati alla ricerca di moto davvero speciali. Una costellazione di preparatori e artisti che non hanno bisogno di presentazioni, tra i quali Abnormal Cycles, Boccin Custom Cycles, Boman, Dox, Low Society, Morgese, Moto Marinelli, Niko Bikes, PDF, Radikal Choppe. Il concetto della personalizzazione sarà declinato anche alle quattro ruote con la presenza di hot e street rod straordinari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli