Torna No Borders Music Festival, festival che promuove sostenibilità

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 giu. (askanews) - "The natural sound" è la filosofia che guida il No Borders Music Festival. L'unione armonica tra natura e musica, lingua universale che apre al dialogo superando i confini. Il festival ha annunciato gli artisti protagonisti della sua 27esima edizione. Ai Laghi di Fusine: Tommaso Paradiso - 23 luglio, Jan Garbarek con Trilok Gurtu, Paolo Fresu e Carlo Cantini - 24 luglio, Trilok Gurtu & Arkè String Quartet - 29 luglio, Alessandro Mannarino - 30 luglio, Brunori Sas - 31 luglio, James Blunt - 04 agosto; al Rifugio Gilberti: Benjamin Clementine - 06 agosto, Alessandro Mannarino - 13 agosto; sull'Altopiano del Montasio: Casadilego, Danie le Silvestri e Asaf Avidan - 07 agosto.

"Il No Borders Music Festival" ha dimostrato nel corso degli anni - ha affermato Tiziana Gibelli, assessore alla Cultura della Regione FVG - che la musica è una forma culturale fondamentale e al tempo stesso un importante me zzo di comunicazione universale, in grado di s uperare i confini geografici, etnici, sociali e soprattutto linguistici".

Ideato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo e diventato nel corso degli anni una delle manifestazioni artistiche più blasonate, il No Borders Music Festival è la rassegna che si tiene al confine tra Italia, Austria e Slov enia valorizzando la musica come forma culturale e mezzo di comunicazione universale in grado di essere compreso da tutti, superando i confini linguistici, etnici, sociali e geografici. Attraverso la musica il festival è riuscito inoltre a far scoprire a migliaia di visitatori italiani e stranieri alcuni dei luoghi naturalistici più incontaminati e suggestivi del comprensorio montano del Tarvisiano (i Laghi di Fusine, l'Altopiano del Montasio, la montagna del Canin, la Foresta millenaria di Tarvisio), ponendosi dunque come obiettivo anche la sensibilizzazione e sostenibilità ambientale della propria rassegna, essendo tra i primi a promuovere l'accesso alle aree dei concerti solamente a piedi o in bicicletta.

Il No Borders Music Festival è anche strumento di valorizzazione della tradizione culinaria local, diventando grazie a Ein Prosit Summer Edition, un'esperienza esclusiva che permette agli ospiti di sperimentare una cucina fusion che mette in campo prodotti di nicchia della zona reinterpretati attraverso la competenza dei più rinomati chef stellati italiani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli