Torna a Roma l'evento interattivo 'Arte-19 Virus Virtual Reality Game'

(Adnkronos) - Dal 29 al 31 luglio, dalle 18 alle 01, torna la terza edizione di Arte-19 | Virus Virtual Reality Game, il festival interamente gratuito a cura di Fusolab 2.0 che indaga la connessione tra arte e tecnologia intrecciando teatro, musica, arti visive e net art in una nuova forma di comunicazione ibrida e transmediale. L’evento interattivo gioca tra reale e virtuale, tra virus e antidoto, tra performance live e installazioni digitali. Il progetto, promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, è vincitore dell'Avviso Pubblico triennale "Estate Romana 2020 – 2021 – 2022" curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con Siae. Il festival-gioco interattivo - giunto quest’anno alla terza e ultima fase - ha voluto prendere spunto dai tre momenti imposti dalla pandemia, declinando in maniera evocativa i concetti di distanza, innovazione e adattamento per ripensare l’arte attraverso meta-perfomance artistiche che mixano le arti tradizionali alla new media art. La manifestazione si svolgerà al Casilino Sky Park, in viale della Bella Villa 106.

Il pubblico potrà visitare, giocare e interagire con le opere a ingresso libero senza necessità di prenotazione. Le opere: Un tunnel di luci che genera l’illusione di uno specchio infinito per 41.87200, 12.58278 di Robert Sochacki prodotta da Roma Glocal Brightness; la mostra di virtual photography e game art Games Art Exhibit curata da Neoludica in collaborazione con NextUs Collective; il videomapping Original graffiti-mapping in cui un graffito diventa installazione digitale animata e la session di VR live painting dove l’opera viene navigata nel mondo virtuale, entrambe di V3rbo; web e VR performance nel quiz-show interattivo What is Art di Federico Cianciaruso, Simone Giustinelli e Giacomo Sette; la performance di A/V dance D014463 di Roberto di Maio e Valentina Sansone in cui la danzatrice interagisce coi suoi ricordi più intimi, proiettati sullo schermo alle sue spalle; la coniugazione di suoni elettronici e immagini dal web prodotta da una AI (intelligenza artificiale) nel progetto Black Novels di Michele Mattei (Videosolid) e Nicolò Temperini (N:CK) e la Live VR Graffiti Jam curata da Mirko Pierri di a.DNA: i quattro urban artist Orghone, Lady Nina, Muges e Neon si esibiscono nel mondo virtuale per poi trasporre “i pezzi” realizzati direttamente nel mondo analogico. Inoltre, anche in questa edizione 3.0 non mancheranno lectures e workshop.

La gamification di Arte-19 | Virus Virtual Reality Game offre, per il terzo e ultimo appuntamento, un’esperienza immersiva che permette ancora una volta di riflettere insieme e colmare i troppi spazi vuoti lasciati dalla pandemia. Mentre si inventano nuove storie condivise, imparando gli strumenti innovativi che questo complesso momento storico ci ha offerto l’opportunità di scoprire.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli