Torna in Tour Notre Dame de Paris a 20 anni dal debutto

·2 minuto per la lettura
featured 1561136
featured 1561136

Milano, 13 gen. (askanews) – Non un musical ma un’opera popolare, monumentale, unica. In occasione dei vent’anni dal debutto torna in scena Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante.

“Si chiama Opera popolare, l’ho chiamata io così perchè ho sempre voluto che si rivolgesse a tutto il pubblico”.

Vent’anni di musiche, danze, acrobazie ed emozioni, in due decadi lo show è andato in scena in 47 città per un totale di 159 appuntamenti e 1.346 repliche complessive.

“È bello perché non credevo che potesse essere così, non credevo che avrebbe avuto la fortuna di continuare nel tempo e di non stancare”.

Tornare sul palco dopo due anni di stop con un tour che si apre a Milano e poi andrà in tutta Italia, è una sfida.

“In questo periodo diventa tutto estremamente difficile, che è un’altra sfida sulla sfida e speriamo di uscirne fuori bene”

Il messaggio del Capolavoro di Victor Hugo messo in musica è sempre attuale. Notre Dame de Paris parla dell’anima umana, che è eterna e soffre, ieri come oggi, per amore e per le ingiustizie.

“Prima di tutto il momento sociale esalta la diversità e in tutta l’opera si parla della difficoltà di vivere in un modo diverso nel pensiero e nel mondo materiale. Alla fine dell’opera vince l’amore, Quasimodo dà la sua vita per amore, il tutto si può riassumere con l’amore è tutto”.

Cocciante per l’anniversario ha voluto il cast originario ritorno di Lola Ponce nei panni di Esmeralda.

“Noi non abbiamo cambiato niente dall’inizio, anche gli interpreti non sono cambiati in Italia ogni volta che si va sul palco ogni artista presenta una piccola cosa nuova, la sua vita esce fuori in questi pochi momenti”.

Notre Dame è unico, un mix tra musica classica e pop danza e recitazione, e questo lo ha reso un successo davvero per tutti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli