Torna Trump e ‘prenota' la Casa Bianca

Afp

AGI - "Avevamo reso di nuovo grande l'America... Ma ora il nostro Paese è stato messo in ginocchio. Letteralmente messo in ginocchio": lo ha detto l'ex presidente Usa, Donald Trump, per la prima volta tornato a Washington dopo la fine del suo mandato, in un comizio, che presubilmente preannuncia la sua nuova candidatura alla Casa Bianca.

"Con noi non c'era inflazione, avevamo ricostruito l'esercito, tutto il mondo ci rispettava. Ora il nostro Paese è in ginocchio, l'inflazione è a livelli record, milioni di clandestini spingono per entrare e invaderci", ha aggiunto, parlando all'America First Agenda Summit, in corso nella capitale Usa.

Trump prevede una "vittoria trionfale nel 2022" per i repubblicani e che un presidente del Grand Old Party si riprenderà la Casa Bianca nel 2024, "cosa che credo fermamente accadrà".

"Liberare" le città e "ristabilire" la sicurezza

"Dobbiamo ristabilire la legge e l'ordine. Nelle città governate dai Democratici il crimine ha raggiunto limiti come mai prima: Da New York a Chicago a Los Angeles, la gente della classe media si trova a vivere in zone di guerra". All'ex presidente era stato consigliato di non parlare del passato, e dunque delle elezioni del 2020, ma lanciare un messaggio riguardo il futuro. Finora Trump sta seguendo questa linea. Trump ha però detto che i repubblicani vinceranno le elezioni di midterm e ha parlato di "quando un presidente repubblicano si riprenderà la Casa Bianca nel 2024", senza però fare cenno alla possibilità che si ricandidi nel 2024.

Dalla rimozione degli 'homeless' dalle strade al ripristino della sicurezza nelle città, a cominciare da Washington.   "Dobbiamo riportare la sicurezza nelle città - ha detto - senza aspettare l'approvazione di un governatore. In Afghanistan in diciotto mesi non era morto nessun soldato, mentre a Chicago nell'ultimo fine settimana ci sono state più di sessanta sparatorie, e sono morti in molti".

L'intervento dell'ex presidente, che ha gia' raccolto una decina di applausi, è incentrato sulla sicurezza e sul futuro. Nessun riferimento alle passate elezioni o alle accuse di brogli. "Washington - ha aggiunto - non è più riconoscibile, è piena di 'homeless'. Pensate alla cattiva impressione che la città fa ai leader che vengono in visita. E pensi, ma che sta succedendo? Noi rimuoveremo centinaia di migliaia di persone e renderemo di nuovo più pulite e sicure le nostre città".

Il silenzio sull'assalto a Capitol Hill

Donald Trump ha chiamato i poliziotti "miei eroi" ma non ha fatto cenno all'attacco che subirono il 6 gennaio 2021 durante l'assalto dei sostenitori trumpiani al Campidoglio. L'ex presidente ha di nuovo accusato i Democratici di voler togliere fondi alla polizia e aggiunto che, se i Repubblicani conquisteranno a novembre la maggioranza di Camera e Senato, "voteranno per rafforzare l'immunità e le protezioni per i nostri grandi poliziotti".

"Sono i nostri eroi, i miei. Alcune persone non la pensano così, ma sanno che noi renderemo il nostro grande Paese di nuovo sicuro". La dichiarazione arriva a pochi giorni dalle rivelazioni emerse dall'inchiesta del Congresso sull'insurrezione del 6 gennaio 2021. Trump, nonostante fosse a conoscenza dell'emergenza, con decine di poliziotti sotto attacco, si rifiutò di chiedere ai suoi sostenitori di ritirarsi dal Campidoglio. E il giorno dopo, nel discorso del 7 gennaio, nel suo messaggio televisivo Trump non ricordò mai la morte del poliziotto Brian Sicknick.

Taiwan nuova area di crisi

"Taiwan sarà la prossima" area di crisi mondiale. Il riferimento è alla crisi asiatica e all'isola, che potrebbe essere invasa dalla Cina, così come è successo in Europa per l'Ucraina, invasa dalla Russia. L'avvertimento di Trump arriva nelle ore in cui Pechino ha chiesto a Washington di fermare la visita annunciata a Taiwan della Speaker della Camera Nancy Pelosi. Lo stesso presidente Joe Biden aveva definito, nei giorni scorsi, "non una buona idea" l'iniziativa di Pelosi in un momento in cui ci sono tensioni tra Cina e Stati Uniti.

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli