Tornano i turisti nella terrazza con vista di Settimo Roman Cuisine

·2 minuto per la lettura

Una terrazza con vista, da Trinità dei monti a San Pietro, che dall'allentamento dei vincoli della pandemia è tornata ad essere frequentata prima da italiani e poi da turisti stranieri di ritorno nella capitale. E' il punto forte di 'Settimo Roman Cuisine & Terrace', ristorante posto all’ultimo piano dell’hotel Sofitel Rome Villa Borghese, adiacente a via Veneto.

Poco prima del lock down l'arredamento era stato rivisitato dall'architetto e interior designer francese Jean Philippe Nuel all'insegna di motivi tropicali con fantasie floreali che impreziosiscono tessuti e cuscini: ora alle spalle di via Veneto è un luogo che si pone come un'oasi urbana nel caos metropolitano. Tavoli smaltati, lampade di ottone, velluti, confortevoli poltroncine colorate e una calda atmosfera, per coccolare ospiti romani e non. Il tocco internazionale lo aggiunge anche la giovane maitre di origini marocchine, Tisam Razine, che parla quattro lingue e illustra con efficienza e brevità i piatti dello chef Giuseppe D’Alessio.

Proveniente dal Cilento ma con esperienze internazionale ai massimi livelli , lo chef Giuseppe D'alessio con i suoi piatti racconta l’intenso legame con la città, reso ancora più forte dalle sue esperienze di vita e dal suo amore per la tradizione gastronomica del territorio laziale. Declinata su menu stagionali e piatti realizzati con tecniche contemporanee, ma sempre all'insegna della tradizione, la cucina di D’Alessio racconta storie sempre nuove e fragranti come il suo pane fatto in casa o i suoi supplì, che filano bollenti.

I piatti in menu sono semplici e insieme creativi, realizzati con pochi ingredienti e senza lunghe preparazioni, in modo che il piatto ne esca valorizzato e riconoscibile. Grande attenzione ai prodotti freschi del territorio. “Il fornitore fa parte della brigata. Lo considero parte del team di cucina, per questo mi affido solamente a produttori selezionati: con loro deve esserci soprattutto fiducia, come con tutti i miei collaboratori”, sottolinea lo chef.

Con la colazione aperta anche agli ospiti esterni e il brunch domenicale, la proposta di Settimo è completata dal cocktail bar. Dall'aperitivo in poi, fa da compendio alla proposta gastronomica una carta originale di signature drink secondo una mixology che esalta profumi e sapori delle spezie.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli