Toscana 2020, Giani: la mia non sarà campagna su temi nazionali

Xfi

Firenze , 28 gen. (askanews) - «Sono convinto che come è avvenuto per l'Emilia i toscani vogliano sentir parlare di temi regionali e su quello voteranno: infrastrutture, lavoro, ambiente. Non che lo tema, ma fare una campagna nazionale non ha alcun senso". Così Eugenio Giani, candidato del centrosinistra alla guida della Toscana in un'intervista a Repubblica. "Io come Bonaccini girerò tantissimo: la gente mi dice 'non mi chiedere che partito voto, io voto te'". Quanto alla possibilità di una lista col suo nome, "al momento -continua Giani- non l'ho prevista, potrebbe esserci una civica di sinistra e basta ma se ci sarà necessità potrei pensare anche a una lista civica con il mio marchio".

«La mia intenzione è di collaborare con tutti i 18 simboli che mi sostengono. Vedremo quel che sarà più giusto fare pervincere». E il simbolo del Pd lo nasconderà come in Emilia? «Con Zingaretti ho impostato un ottimo rapporto. Non solo non mi vergogno del simbolo ma lo userò». Ha trovato un vice? «Dico solo che sarà una donna e mi piacerebbe avesse grande preparazione sui temi ambientali».