Toscana 2020, Saccardi (Pd) a Giani: ora stop a autocandidature -2-

Xfi

Roma, 30 lug. (askanews) - "Io cerco di lavorare per costruire una squadra di persone competenti, che hanno a cuore i destini della Toscana e che sappiano unire più che dividere. All'interno di questa squadra credo si possa trovare il candidato presidente, che è l'ultimo dei problemi. Ma io sono sempre stata abituata a giocare in squadra, sarebbe meglio aspettare ad avanzare autocandidature e addirittura programmi. Peraltro diverse persone avrebbero titolo per candidarsi e tra questi anche io. II ragionamento è che abbiamo bisogno di un profilo in grado di unire. Di una figura che rivendichi che i valori messi in campo dal governo Rossi in questi anni sono validi e possono rappresentare il punto di partenza per il programma 2020. Ambiente, lavoro, sviluppo".

Sta guidando una santa alleanza contro Giani? "Assolutamente no. Lui ha titolo per candidarsi ma non si può partire dal candidato bensì da un ragionamento più vasto: dobbiamo vincere. Io faccio appello a lui e ad altri: tutti ora dovrebbero fermarsi. II candidato verrà dopo, sceglieremo tutti insieme, anche Giani. Intanto posso dire che sono fiduciosa che nel 'castello' possano entrare tanti: penso a Federico Gelli che stimo e con cui ho condiviso tanto, a Federica Fratoni, a Monia Monni, Serena Spinelli fuori dal Pd. Occorre allargare il campo".