Toscana 2020, sei o sette liste a sostegno di "Giani presidente"

Xfi

Firenze, 29 gen. (askanews) - Sei o sette liste a coprire tutte le diciotto sigle che, tra mondo politico e associativo, sostengono Eugenio Giani: è questa, al momento, la conformazione elettorale che i toscani troveranno alle urne per le prossime Regionali in quota centrosinistra. Pd e Italia Viva avranno proprie liste separate, quindi ci sarà una lista per la sinistra che si è aggregata alla coalizione all'ultimo tuffo (Articolo 1, Mdp e quasi certamente Sinistra Italiana); probabilmente ci sarà poi una lista ispirata al nome di Giani presidente, di sapore civico, e altri due o tre raggruppamenti che sintetizzino il lungo elenco di sigle che sostengono l'attuale presidente del Consiglio regionale. E il programma? "Ci stiamo lavorando -spiega Giani - ma noi siamo già molto avanti, grazie ad un accordo intanto su di un documento programmatico, mentre il centrodestra non ha ancora niente, né candidato né intesa di programma".

"Sia dal punto di vista elettorale che di strategia - continua Giani - la mia coalizione ricalcherà il modello vincente di Stefano Bonaccini". Restano fuori Prc, Potere al Popolo e Partito comunista. "La delimitazione - osserva Giani - è esattamente la stessa".

Per quanto riguarda lo scenario complessivo che attende gli elettori toscani, i candidati a presidente, al momento, saranno Giani per il centrosinistra, un nome, ancora sconosciuto, per il centrodestra, Irene Galletti che ha vinto la sfida interna al Movimento Cinque Stelle e Tommaso Fattori per Sì-Toscana a Sinistra.