Toscana, al via i lavori del Interreg Europe Smart Waste

Xfi

Firenze, 5 set. (askanews) - Si sono aperti stamani, in Sala Pegaso di palazzo Strozzi Sacrati, i lavori del progetto europeo di cooperazione interregionale Interreg Europe Smart Waste. Il progetto è una cooperazione tra i partner di sei Paesi europei ed ha come obiettivo il sostegno all'innovazione nella gestione dei rifiuti, attraverso lo scambio interregionale di buone pratiche per la prevenzione della produzione e l'aumento del riutilizzo e del riciclo dei rifiuti.

Smart Waste si avvale del finanziamento del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale dell'Unione Europea per il periodo 2019 - 2023. Capofila del progetto è ARRR, Agenzia Regionale Recupero Risorse Spa - società in house della Regione Toscana. I paesi e i partner coinvolti sono: Danimarca (Comune di Kolding), Lituania (Centro regionale di gestione rifiuti della Regione di Klaipeda - KRWMC), Bulgaria (Associazione esperti ambientali comunali - BAMEE) - Belgio (Associazione di città e regioni per la gestione sostenibile delle risorse - ACR+), Paesi Bassi (Comune di Apeldoorn).

Ha aperto i lavori l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni, ricordando la centralità delle politiche regionali per il sostegno allo sviluppo dell'economia circolare in Toscana. Fratoni ha sottolineato il ruolo centrale di una gestione dei rifiuti orientata ai gradini più alti della gerarchia comunitaria (riduzione della produzione e aumento del riuso e del riciclo dei rifiuti) nel contesto più ampio dell'economia circolare che è un nuovo paradigma, essa stessa, delle politiche sociali, economiche a ambientali dell'Unione.