Toscana, Alberti: ospiti accoglienza fanno acquisti online

Xfi

Firenze, 6 ago. (askanews) - "Continuano ad arrivare segnalazioni sugli acquisti on line degli ospiti dei centri accoglienza sparsi per la Toscana, acquisti corposi, anche da 200 euro, provenienti per lo più da aziende di abbigliamento - spiega il consigliere regionale della Lega, Jacopo Alberti - questo flusso di pacchi ci ha sempre insospettito, e grazie alle nostre denunce, il prefetto aveva ordinato i controlli su tutto quel che arrivava nei centri. Adesso infatti, vengono consegnati negli uffici delle cooperative o enti che ospitano i migranti, ma c'è voluto quasi un anno per regolamentare questa situazione. Quel che resta poco chiaro è come sia possibile che abbiano i soldi per certi acquisti, dato che non dovrebbero averne molti a disposizione".

"Sui migranti non abbasseremo la guardia. Nonostante le politiche del Governo siano riuscite a fermare i flussi in entrata, restano ancora molte criticità da risolvere, come in Toscana. Anche il recente arresto del 'Re delle cooperative' di Multicons, è l'ennesima prova di quanto il sistema dell'accoglienza abbia avuto delle grosse falle in questi anni. Ho presentato un'interrogazione su questa vicenda, perché voglio sapere se la Multicons ha mai ricevuto finanziamenti dalla Regione. E per avere l'elenco di tutti i gestori dell'accoglienza diffusa. Bisogna - conclude Alberti - esigere trasparenza, scoprire tutte le carte, per capire quale business si era creato dietro la falsa accoglienza. E scoprire se ci sono altri che hanno fatto accoglienza ai danni dello Stato".