Toscana, Bugli: Alberti mistifica la realtà delle cose

Xfi

Firenze, 23 lug. (askanews) - "Le dichiarazioni di Jacopo Alberti della Lega sono scomposte e tese a mistificare la realtà delle cose". L'assessore alla presidenza e all'immigrazione replica così al consigliere regionale, intervenuto sull'arresto per evasione fiscale del titolare della Multicons che nell'empolese gestiva strutture per migranti. "E' noto - commenta Bugli - che la Regione è sempre stata per un sistema dell'accoglienza non gestito attraverso i bandi delle Prefetture ma che comunque ha sempre collaborato perché avvenisse in modo corretto e diffuso su tutto il territorio". L'assessore poi prosegue sottolineando come la Regione si sia sempre occupata della cosa oltre le stesse competenze dell'ente.

"Chi contrariamente ad Alberti conosce le cose - dice ancora - sa che la Regione ha cercato di fare emergere per quanto possibile i problemi, le segnalazioni e le denunce che giungevano e giungono dal territorio circa la qualità e la correttezza dei servizi, con compostezza e spirito di collaborazione sapendo che questo ruolo spetta ad altre istituzioni e in modo particolare alle Prefetture e quindi al Ministero dell'Interno. Forse Alberti dovrebbe riflettere su questo".

Bugli replica anche all'ennesima accusa che la legge regionale sui diritti sia "una legge ad hoc per gli amici delle cooperative". Ai bandi della legge potranno infatti partecipare Comuni, Società della salute, associazioni e cooperative. "Questi progetti - conclude Bugli - saranno giudicati e controllati così come facciamo per tutti quelli che vengono portati avanti nella gestione dei servizi sociali, dei servizi agli anziani, ai minori ed altri ancora. Stia tranquillo Alberti, che queste cose le sappiamo fare bene".