Toscana, Bugli: lavoriamo con categorie per il dopo emergenza

Xfi

Firenze, 23 mar. (askanews) - Incontro con i rappresentanti delle categorie economiche, sindacati, Anci ed Upi, per discutere della crisi economica innescata dall'emergenza coronavirus Covid-19 nel mondo dell'economia e del lavoro e per fare il punto sul decreto Cura Italia. Erano presenti, in sede o in collegamento video, gli assessori regionali Cristina Grieco, Stefano Ciuoffo, Marco Remaschi, Vincenzo Ceccarelli e Federica Fratoni, la vicepresidente Monica Barni, oltre ovviamente all'assessore Vittorio Bugli, con delega alla Presidenza, che ha coordinato i lavori. "In questa fase di emergenza la differenza la possono fare gli interventi nazionali previsti dal Cura Italia che ora abbiamo la possibilità di migliorare nel percorso parlamentare", ha affermato l'assessore Bugli al termine della riunione. "Le indicazioni venute dalla riunione saranno fondamentali nel lavoro che dobbiamo fare da oggi fino a giovedì per avanzare le proposte al Parlamento in sede di Conferenza delle Regioni".

"Lavoriamo tutti insieme per portare avanti con più rapidità possibile le cose già previste od operative e continuiamo a lavorare insieme per migliorarle nelle sedi opportune, con proposte volte anche a integrare i provvedimenti nazionali e adattarli alla realtà toscana. Parallelamente, attraverso il lavoro dei tavoli tematici, definiamo quali ulteriori interventi si possono fare come Regione, guardando anche con l'occhio rivolto non solo all'emergenza ma anche al dopo: serve tempestività per l'immediato, ma vogliamo anche farci trovare pronti quando potremo ripartire", ha spiegato Bugli. Nei giorni scorsi la Giunta aveva anche incontrato gli istituti bancari per dare la massima operatività alle decisioni prese con il Cura Italia e andare verso la definizione, che avverrà anch'essa nei prossimi giorni, delle cose da fare con il sistema del credito.