Toscana, Cantina Fibbiano produce il vino su antichi territori marini

Red

Roma, 20 dic. (askanews) - «La pianta è lo strumento attraverso il quale l'uomo riesce a dar voce ad un territorio e creare la giusta armonia": è questo il liet motiv della Cantina Fibbiano in Toscana che ha piantato i suoi vitigni su antichi territori marini. La storia della Fattoria Fibbiano è una storia semplice, una storia famiglire. Il padre, Giuseppe Cantoni, decide di fare un investimento ed acquista un casale di 1200 metri in cima ad una collina con 76 ettari di terreno di cui 8 ettari vitati, uliveti, seminativi e bosco tra Pisa e Volterra, a soli 17 km dal mare, in una località che si chiama. Terricciola. La famiglia si innamora di quel luogo e così inizia la grande avventura di Fibbiano che ora esporta i suoi vini in 32 paesi nel mondo. I suoi figli, Matteo e Nicola, si occupano il primo della commercializzazione, il secondo che è anche enologo, della vigna e della produzione. La mamma invece gestisce un agriturismo adiacente la cantina e tutti insieme si dedicano a questa attività che li ha portati da Lodi fino in Toscana. Molta soddisfazione per la vendemmia 2019, sia per qualità che per quantità, praticamente la prima volta da 20 anni. Quando si parla di vendemmia, ormai bisogna ragionare in termini di microareee, non è possibile valutare nello stesso modo quello che accade in tutta una ragione o per tutti i produttori. A fine settembre l'uva della Fattoria Fibbiano era perfetta e la produzione è stata di successo per una cantina che per i suoi vini ha scelto una politica dei prezzi che non cambia in base alla produzione annuale.

Tra i suoi vini, Fonte delle Donne, "rappresenta quasi un terzo della nostro produzione, ha detto Matteo Cantoni, la nostra scelta strategica è stata quella di puntare sul vino bianco, siamo molto vicino al mare e i terreni anticamente erano suoli marini, tanto è vero che noi piantiamo le vigne sulle conchiglie, sui fossili, che apportano ai vini bianchi una spinta acidula che dà un profumo persistente". Infatti spiega Matteo Cantoni "che senso poteva avere un'altra cantina specializzata in vini rossi in Toscana? Noi abbiamo puntato sul bianco, ma è chiaro che quando andiamo a commercializzare il vino bianco poi vendiamo anche il rosso... Questo vino è prodotto con il 50% di Vermentino e il 50% di Colombana, un vitigno antico, aromatico che nel 1700 è stato portato da un monaco a San Colombano dall'Irlanda".

I vitigni successivamente furono portati a Piccioli e ribattezzati Colombana di Piccioli. Era la vite che i contadini appendevano al camino ed era ancora buona a Natale e viene descritta come uva aromatica. I vini della cantina Fibbiano vengono esportati per il 70% soprattutto in Norvegia, Germania, Svizzera, Austria, Taiwan, Cina, Russia, Malesia, Giappone, Stati Uniti, Canada. La Fattoria Fibbiano è un'azienda agricola ed agrituristica, che si trova in un luogo magico, su un poggio soleggiato, delimitato da due ruscelli a fondo valle, nel cuore della campagna toscana, nella zona di Terricciola, sulle colline tra Pisa e Volterra. Tra i vini che produce anche Le Pianette IGT Toscano 70% Sangiovese. 30% Colorino: Chianti Superiore Casalini DOCG 90% Sangiovese, 10%; L'Aspetto, un IGT Toscana 50% Sangiovese 50% Canaiolo. (Segue)