Toscana, Cantina Fibbiano produce il vino su antichi territori marini -2-

Red

Roma, 20 dic. (askanews) - L'azienda si estende su una superficie di 90 ettari, coltivati a vigneto, oliveto e bosco. Dal punto più alto della collina, dove si trova l'agriturismo, dovunque si posi, il nostro sguardo incontra splendida vegetazione e sinuose colline all'orizzonte.Questa zona è ammantata di mistero e ricca di storia. Un tempo fu abitata dagli Etruschi, dei quali si apprezzano le vestigia ancora presenti sulla collina della fattoria, dove sono stati ritrovati dei resti di insediamenti. La leggenda vuole, che all'interno dei confini della tenuta, si trovi un'antica fonte, "detta delle donne", dalla quale sgorga dell'acqua che possiede straordinari poteri taumaturgici. L'azienda è stata in passato certificata ISO 9001 (per la qualità) e ISO 14001(per l'ambiente). Sull'intero processo produttivo, inoltre è stata già da tempo, riconvertita al Bio. Tutti i terreni sono trattati solamente con sostanze organiche e non chimiche. Dal punto di vista energetico, il rispetto per l'ambiente è totale, l'agriturismo è totalmente autosufficiente.Tutto: l'antico forno per il pane, il grazioso portico, i campi di girasoli che tingono di giallo l'orizzonte, i ruscelli, la pineta, l'antica e magica "fonte delle donne" ed il fitto bosco, contribuiscono a rendere questo un posto magico e indimenticabile ed il vino prodotto è lo specchio di tale armonia. La Fattoria di Fibbiano è ambasciatrice toscana all'estero. Il suo vino viene venduto in tutto il mondo, con il 70% di esportazione arriva negli Stati Uniti, Canada, Norvegia, Germania, Austria, Svizzera, Cina e Russia.