Toscana, Ceccarelli: approvato piano cave sostenibile

Red/Cro/Bla

Roma, 13 set. (askanews) - "Quello che abbiamo approvato è un Piano cave economicamente, ambientalmente e socialmente sostenibile. Siamo aperti alle osservazioni che ci arriveranno e contiamo di approvarlo definitivamente entro la fine dell'anno". L'assessore regionale alla pianificazione del territorio, Vincenzo Ceccarelli, spiega così i contenuti del documento, oggi nella fase delle osservazioni, che disciplina quanto e come si può scavare per estrarre marmo in Toscana.

"Vogliamo che sia fatto - aggiunge l'assessore - con attenzione alla sostenibilità economica perché questo settore dà lavoro ad un numero rilevante di aziende e di addetti. Allo stesso tempo é necessario tenere conto della sostenibilità ambientale perché siamo di fronte ad una risorsa preziosa e non riproducibile. Infine la sostenibilità sociale significa che siamo convinti ci debba essere una maggiore ricaduta della ricchezza prodotta. È per questo che abbiamo costruito il Piano attraverso un percorso di grande partecipazione, di cui quella di oggi qui a Carrara é una tappa importante".

Durante la fase della concertazione é stato necessario cercare di operare una sintesi tra gli interessi contrapposti di chi vuole scavare di più e chi invece punta su una maggiore tutela ambientale e chi desidera una migliore ricaduta sociale dei proventi dell'attività estrattiva.

"Il quadro conoscitivo che oggi abbiamo - conclude Vincenzo Ceccarelli - è il frutto di un imponente lavoro di ricerca che ci ha portato a considerare 640 aree, escludendone circa un terzo. Abbiamo poi calcolato i possibili volumi di escavazione da qui ai prossimi venti anni, e sono soddisfatto del percorso e del livello della concertazione con tutti gli interessati. Ne è uscito un Piano equilibrato che permette uno sviluppo sostenibile del settore estrattivo, garantendo occupazione nel rispetto dell'ambiente".