Toscana, Ceccarelli: nessun danno in passaggio beni aziende Tpl

Xfi

Firenze , 15 gen. (askanews) - "Se non c'è la volontà di alimentare una polemica politica, non comprendo perchè il sindaco Tomasi abbia sentito la necessità di diffondere un comunicato stampa per riproporre le domande che mi ha rivolto durante la conferenza permanente sul tpl che si è tenuta lunedì scorso, dimenticandosi di dare conto delle risposte che gli ho fornito", a dirlo l'assessore ai Trasporti della Toscana, Vincenzo Ceccarelli, a seguito delle uscite sulla stampa locale del sindaco di Pistoia.

"Sul tema della valutazione degli immobili che dovranno essere trasferiti dagli attuali gestori del trasporto pubblico ai vincitori della gara - spiega l'assessore - ammesso che le perizie fatte dalle parti siano congrue, ci sono in tutta la Toscana 38 casi di immobili sui quali le valutazioni divergono. Se non si trova un accordo, sarà la Regione a fissare i criteri per consentire il passaggio di proprietà, salva restando la possibilità di un risarcimento giudiziario nel caso in cui qualcuno non dovesse essere soddisfatto dalla valutazione. Invece, per quanto concerne gli atti d'obbligo - che purtroppo sono necessari per consentire il servizio di trasporto pubblico su gomma fino all'avvio della nuova gestione- abbiamo già detto e ripetuto in tutte le sedi che è intenzione della Regione ridurli al minimo indispensabile, anche perchè abbiamo l'obbligo di dare attuazione alla sentenza del Consigli o di Stato nel minor tempo possibile e, inoltre, abbiamo anche convenienza, visto che con la nuova gestione garantisce da subito una riduzione dei costi".