Toscana, Consiglio seconda variazione al bilancio 2019-2021 -3-

Xfi

Firenze, 6 nov. (askanews) - "Il voto che il nostro gruppo esprime a favore di questi provvedimenti dà il senso politico dell'operazione che abbiamo fatto, è l'ulteriore conferma del nostro posizionamento in maggioranza". Con queste parole si è aperto l'intervento in Aula di Stefano Scaramelli (Italia viva) sulla seconda variazione di bilancio. Scaramelli ribadisce il sostegno alle politiche che la Giunta sta portando avanti. Sull'edilizia residenziale pubblica, Scaramelli ricorda: "sulla casa, vengono finanziate risorse a chi ha più bisogno"; rivolge poi un ringraziamento all'assessore Vittorio Bugli "per aver creduto che l'operazione dei distretti turistici sul territorio necessitava di un ulteriore finanziamento". "Si tratta di un'innovazione legislativa, partita dal Consiglio regionale e che ha ritrovato i Comuni protagonisti di sé stessi". Tra gli interventi sulle strade, Scaramelli ricorda quelli sulla Cassia e l'attenzione data ai ponti.

"Ho difficoltà - interviene Monia Monni (Pd) - ad affermare questioni particolari quando si fanno discussioni generali come questa però, per l'ennesima volta, approviamo una variazione di bilancio che ignora il tema del ponte tra Signa e Lastra, che è una questione non più rinviabile. Occorreva un segnale dalla Regione a quelle popolazioni, abbiamo scritto che è una priorità, ma oggi ancora non ci mettiamo nemmeno un euro. Questo non è più sopportabile". Monni afferma la sua "difficoltà a dare voto positivo a questo bilancio", ma "lo farò - continua - per senso di responsabilità, perché ci sono cose importanti che necessitano un'approvazione convinta e perché ho avuto rassicurazioni dalla presidenza e dagli assessorati che sarà presto convocato un tavolo per studiare una strategia per il reperimento delle risorse necessarie".