Toscana, domani studio idraulico sul torrente Ombroncello

red/cro

Roma, 11 nov. (askanews) - Quanto è vulnerabile il bacino dell'Ombroncello in caso di piogge eccezionali, quali sono le criticità, quali gli interventi necessari per mitigare il rischio soprattutto nelle zone urbanizzate come Bottegone, Barba etc. Questi gli obiettivi dello studio idraulico sul torrente Ombroncello nella frazione di Bottegone (Pistoia) finanziato con 15mila euro dalla Regione Toscana nell'ambito del Documento operativo per la difesa del suolo, che realizzerà il Genio Civile e che verrà presentato domani, martedì 12 novembre alle ore 17.30, dall'assessore alla difesa del suolo Federica Fratoni insieme al responsabile del Genio civile Valdarno Centrale Marco Masi in un incontro pubblico che si svolge a La Capannina in Via Fiorentina, Bottegone (Pistoia).

L'indagine prende in considerazione anche gli effetti del riassetto che si potranno avere più a valle, nel comune di Quarrata, con la messa a regime della cassa di espansione (cosiddetto Lotto 1) che è in corso di realizzazione.

Lo studio, composto da relazioni tecniche e tavole grafiche, oltre al modello idraulico e idrologico del sistema, è sostenuto da rilievi satellitari e fatti con il drone. Durante l'incontro illustrativo verrà anche esposto il quadro generale degli interventi del Genio Civile Valdarno Centrale, finanziato per circa 13 milioni e 500mila euro in particolar modo gli interventi strutturali quali le casse d'espansione Pontassio lotto 3, Calice-Calicino, Case Barelli, Case Betti, le manutenzioni straordinarie delle opere idrauliche Brana-Stella e gli Accordi Quadro.

Con l'occasione si illustreranno gli interventi per le casse d'espansione Settola, Ombroncello, Badia, Senice, Castelletti e le manutenzioni degli argini di Acqualunga, Brana, Quadrelli e Falchereto. In collaborazione con il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno.