Toscana, FdI: per Regione ci sono scuole di seria a e di serie b

Xfi

Firenze, 29 ott. (askanews) - "Mentre la Regione per la scuola di Terrinca, chiusa da dieci anni, ha stanziato oltre un milione di euro, per la scuola d'infanzia di Ruosina nulla si muove nonostante i calcinacci che si staccano dalle pareti. Tanto che i 13 bambini, che la frequentano, sono stati trasferiti nel plesso di Pontestazzemese dove porteranno avanti l'anno scolastico. Ma la Regione sulla base di quali criteri eroga i finanziamenti? Tra l'altro, la scuola di Terrinca, che si vuole ristrutturare, si trova su un movimento franoso che ancora non è stato risolto. I soldi pubblici devono essere spesi con cognizione di causa" dichiara il capogruppo in Consiglio regionale della Toscana Paolo Marcheschi.

" Il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, che già sapeva che la materna di Ruosina aveva bisogno di ristrutturazioni, perché ha messo a rischio bambini dai 3 ai 6 anni? Soltanto dopo che sono caduti i calcinacci dalle pareti i bambini sono stati trasferiti. Inoltre chiude la scuola di Ruosina, senza chiedere finanziamenti regionali per quel plesso, impoverendo così anche una frazione, che intorno a quella scuola ha aperto negozi e servizi. Per contro ottiene dalla Regione finanziamenti per un istituto chiuso da dieci anni, come quello di Terrinca, annunciando di voler collocare nell'istituto, non una scuola primaria come da vincolo del bando regionale, ma una scuola superiore Forestale. Un sindaco che non conosce il territorio visto che l'area dell'istituto, che si vuole ristrutturare, è interessata da una frana. Non crediamo sia all'altezza di fare il sindaco pensando al bene dei propri cittadini" manda a dire Marina Staccioli, coordinatore regionale dipartimenti tematici di Fratelli d'Italia.