Toscana, firmato protocollo intesa per Ospedaletto di Pisa

Xfi

Firenze, 24 lug. (askanews) - Nove soggetti firmatari e un anno e mezzo di tempo per riqualificare l'area produttiva di Ospedaletto (Pisa): è quanto prevede il protocollo di intesa firmato questa mattina presso la presidenza della Regione Toscana dall'assessore regionale alle attività produttive, Stefano Ciuoffo, dal Comune di Pisa, dall'Unione industriale pisana, dalla locale Camera di commercio, dalla Cna pisana, dalla Confcommercio, dalla Confesercenti e dall'Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, insieme all'Ordine degli ingegneri della provincia di Pisa.

La Regione, sulla base della proposta che riceverà, si impegna ad individuare possibili linee di finanziamento previste dagli strumenti di programmazione regionale, per favorire nuovi insediamenti in coerenza con gli obiettivi perseguiti dalla Regione con le attività di "Invest in Tuscany".

Il documento firnato oggi scadrà il 31 dicembre 2020.

"Il protocollo - ha commentato Stefano Ciuoffo - nasce da una forte azione sinergica di Regione, Comune, associazioni di categoria e ordini professionali affinché quest'area così baricentrica possa aumentare la sua attrattività e diventare così un elemento portante delle politiche industriali di tutto il territorio. La Regione farà la sua parte soprattutto per favorire nuovi investimenti in un'area vocata che, con quest'opera di riqualificazione, non potrà che rendersi più appetibile: produrre in Toscana, e quindi produrre anche nell'area di Ospedaletto dovrà sempre di più rappresentare per le imprese un elemento di vantaggio".

Tra gli interventi infrastrutturali sintetizzati alla fine dello scorso anno in un documento redatto da alcuni dei firmatari di oggi, figurano due rotatorie da realizzare agli incroci nella parte sud e un parcheggio intermodale da collocare nell'attuale area fieristica.

Si sosteneva la necessità di migliorare il collegamento con la città e con l'aeroporto, di riaprire lo svincolo autostradale di Pisa sud creando un collegamento diretto con l'area di Ospedaletto e quella di realizzare un polo intermodale con la linea ferroviaria Pisa-Collesalvetti.

Tra le esigenze figurava anche quella di mettere in esercizio nuove linee di bus urbani a servizio dell'area e l'idea di realizzare una metropolitana leggera di superficie sfruttando la ferrovia Pisa-Collesalvetti al momento poco utilizzata.

In quel documento si dedicava attenzione anche alla progettualità urbanistica affinché fossero individuati tutti gli elementi di qualificazione ambientale, sociale, di sicurezza previsti per le Apea, le Aree produttive ecologicamente attrezzate, oltre alla creazione di un centro polifunzionale di servizi quali farmacia, alimnetari, ristorazione. Si tratterà quindi di vedere quali di questi elementi saranno ricompresi nel progetto che verrà presentato in Regione per ottenere un finanazimento.