Toscana, Galletti: Regione intervenga per raccolta differenziata

Xfi

Firenze, 23 mar. (askanews) - "Il decreto firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte il 22 marzo scorso ha ribadito che il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani è essenziale e come tale deve essere garantito. Purtroppo in due aree importanti della Toscana, la città di Livorno e 25 Comuni attorno a Pisa non è così, visto che Aamps ha sospeso la raccolta della carta, mentre GeoFor ha bloccato anche il ritiro del multimateriale. Un invito esplicito a milioni di cittadini a gettare tutto nell'indifferenziato. Mi aspetto che la Regione e tutti i sindaci dei Comuni coinvolti facciano sentire la propria voce in maniera netta, diffidando le aziende di gestione e obbligandole a tornare sui propri passi, dotando di dispositivi di sicurezza i loro lavoratori e garantendo il servizio di raccolta differenziata. L'emergenza non può essere strumentalizzata per abbandonare le buone pratiche, che peraltro proseguono in tutto il resto del Paese". Così Irene Galletti, candidata presidente della Regione Toscana per il Movimento 5 stelle.

"Lo smantellamento di un servizio pubblico essenziale è molto grave - prosegue Galletti - e ha risvolti ancor peggiori se si considera che le aziende hanno detto ai cittadini di gettare tutto nell'indifferenziato. Ciò significa che aumenteranno le quantità di materiali destinati all'incenerimento e dunque la quantità di emissioni nell'aria. In un momento in cui si sta studiando la correlazione tra i livelli di inquinamento atmosferico e la maggior pericolosità del coronavirus, non mi pare la soluzione ottimale".

"Siamo consapevoli dello sforzo che gli operatori stanno svolgendo, garantendo il servizio di raccolta rifiuti nelle nostre strade - conclude Galletti -. A tutti loro va il nostro ringraziamento, così come a centinaia di altre categorie. Ma il diritto di queste persone a lavorare in sicurezza deve andare di pari passo con quello dei cittadini a vedere svolto un servizio essenziale che continuano a pagare profumatamente".