Toscana, Giani: avanti con Verdi pur con alcune distinzioni

Xfi

Firenze , 3 feb. (askanews) - Eugenio Giani, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione, ha ricevuto una delegazione dei Verdi di "Europa Verde Toscana". Nel confermare la cornice di valori e programma sottoscritta dalle 15 formazioni politiche il 20 dicembre scorso, al centro dell'incontro alcuni punti che i Verdi hanno voluto porre all'attenzione del candidato e che, al termine dell'incontro, ha dichiarato di accogliere nel proprio programma elettorale. Primo tema affrontato è stato il Monitoraggio dei progressi verso Toscana Carbon Neutral 2030, sul quale i Verdi chiedono l'istituzione di un osservatorio permanente che valuti, per ogni atto della Regione, la sua coerenza con il piano Toscana Carbon Neutral 2030.

Poi è stata affrontata la questione della mobilità intermodale. La proposta dei Verdi è quella di fornire gratuitamente una Pegaso Card, caricata con 25 euro all'inizio di ogni anno, così da favorire l'utilizzo integrato di mezzi pubblici sul territorio regionale, prevedendone l'impiego per altri servizi di trasporto quali taxi, car sharing, bike sharing. Giani ha accolto favorevolme la proposta da realizzare dopo una analisi attenta delle disponibilità offerte da bilancio regionale. Per quanto riguarda la mobilità su ferro Giani, nell'ambito del progetto di sottoattraversamento dell'Alta Velocità di Firenze, si è dichiarato disponibile a recepire la proposta di prevedere le stazioni per il trasporto regionale, prime fra tutto la stazione Circondaria, in corrispondenza della Foster, e Perfetti Ricasoli adiacente al nodo strategico di Firenze Nova. Infine il candidato Presidente Eugenio Giani si impegna da inizio legislatura a realizzare il piano regionale di bonifica e tutela dall'amianto, dando piena applicazione alla legge regionale 51/2013

Per quanto riguarda l'ampliamento di Peretola, rimangono posizioni diverse, mutualmente espressamente dichiarate.