Toscana, Giani scopre targa dedicata a Cosimo I de' Medici

Xfi

Firenze , 30 dic. (askanews) - L'ultimo "atto ufficiale" del 2019 il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, lo ha celebrato scoprendo la lapide che ricorda lo "statista di casa de' Medici". La pietra commemorativa che riporta la scritta 'Cosimo I de' Medici fondatore della dinastia toscana, statista rinnovatore, optimus principes, nel V centenario della sua nascita. A 450 anni dalla nomina Magnus Dux Etruriae. Questo marmo si pose perpetuandone la memoria', è stata svelata e posta nel cortile di palazzo del Pegaso.

A colui che "trasformò il ducato di Firenze nella Toscana moderna", il presidente attribuisce il significato di "padre della nostra identità". "Chiudiamo l'anno ricordando l'uomo che seppe sfoggiare manovre diplomatiche e militari tali da riunire tutta la regione" ha detto Giani svelando la lapide e ricordando il prossimo anniversario: "Il 2020 segna i 50 anni della Toscana contemporanea, la nascita delle Regioni, l'elezione del nostro primo presidente del Consiglio regionale, Elio Gabbuggiani". Il cinquantesimo sarà occasione per tracciare un bilancio delle cose fatte, ma anche di "quelle da cambiare e i traguardi su cui puntare". "Ai toscani auguro un anno di grandi soddisfazioni sul piano economico, sociale e istituzionale". "Auguro insomma - ha concluso - che la Toscana sia all'altezza di quel ruolo e di quel profilo di livello mondiale che le vengono riconosciuti: una grande terra di civiltà e valori".