Toscana, l'impegno della Regione per uso consapevole antibiotici

Xfi

Firenze, 16 nov. (askanews) - Antibiotici, usare con prudenza. Potrebbe essere questo lo slogan della Giornata europea per l'uso consapevole degli antibiotici, che si svolge ogni anno il 18 novembre, a conclusione della Settimana mondiale (12-18 novembre).

Quest'anno, focus della campagna promossa dall'ECDC (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) sono le cure primarie e il medico di medicina generale, con il suo ruolo cruciale nel promuovere l'uso appropriato degli antibiotici e informare i pazienti sui rischi del loro non corretto uso, come gli effetti collaterali e le resistenze. Le cure primarie sono particolarmente importanti: è in questo contesto che avviene l'80-90% di tutte le prescrizioni di antibiotici.

"L'assessorato alla salute, in collaborazione con il Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del paziente, e l'Agenzia Regionale di Sanità - informa l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - ha definito una serie di azioni che, prendendo ispirazione dalla Giornata del 18 novembre, verranno realizzate nell'arco del prossimo anno, coinvolgendo i medici di famiglia, i farmacisti, gli Ordini dei medici, le associazioni dei cittadini. Nel corso degli anni Regione Toscana ha adottato politiche sanitarie e sviluppato strumenti per il controllo dell'antimicrobico-resistenza mutuati dalle migliori esperienze internazionali, con risultati positivi per la salute dei cittadini. Il nostro sistema di monitoraggio delle resistenze antibiotiche è attivo da anni ed è considerato tra i migliori".