Toscana, Marchetti: bene Opi su concorso Estar per infermieri

Xfi

Firenze , 21 gen. (askanews) - «L'appoggio annunciato da parte dell'Ordine delle professioni infermieristiche di Firenze e Pistoia ad eventuali candidati che intendessero ricorrere contro il concorso Estar e le sue modalità di formulazione e svolgimento è proprio quel che prevedevamo sarebbe accaduto due mesi fa, quando abbiamo segnalato che le prove scritte erano state fotografate in sede d'esame, diffuse attraverso i social e che comunque non era stato rispettato il divieto previsto nell'atto di indizione delle prove a utilizzare dispositivi elettronici" A parlare così è il Capogruppo regionale di Forza Italia Maurizio Marchetti commentando la notizia, comparsa sulle agenzie di stampa, della lettera con cui l'Ordine delle professioni infermieristiche (Opi) di Firenze e Pistoia ha annunciato ad Estar di essere pronto a sostenere gli infermieri esclusi dal concorso Estar che decideranno di fare ricorso.

«Oggi anche l'Ordine degli infermieri ci conforta nella nostra tesi - incalza Marchetti - supportata anche dagli esiti singolarmente dispari delle diverse sessioni di prova e dalla qualità dei quesiti, fatto che già a suo tempo mi venne segnalato ma su cui decisi di non scendere per incompetenza sulla materia. Ma l'Ordine sì che è competente, e i profili di dubitabilità che solleva sono molteplici e vari. Tutti concordanti, però, nell'indicare la necessità di una revisione su una procedura concorsuale che mette a disposizione sì 2 posti subito, ma poi deve dar vita a una graduatoria triennale di attingimento per tutte le aziende sanitarie della Toscana. E nelle corsie sanno bene quanta fame di personale infermieristico ci sia attualmente. Da parte di Regione ed Estar aver lasciato che si dovesse giungere alla stagione dei ricorsi è stato improvvido e arrogante. Del resto però i candidati hanno diritto a esigere equità e regolarità nelle procedure oltre che nella formulazione dei quesiti».