Toscana, parità di genere al centro della gara Rosamimosa

Xfi

Firenze, 3 mar. (askanews) - La parità tra uomo e donna nei lavori domestici e il riconoscimento del lavoro e del ruolo della donna all'interno della famiglia. Questo il tema scelto per l'edizione numero 35 di Rosamimosa, manifestazione podistica riservata alle donne che prevede una corsa competitiva di 7,8 chilometri, riservata alle atlete in possesso di idoneità sportiva agonistica, e una passeggiata ludico motoria di 5 chilometri, con partenza dallo stadio Bruno Betti di via del Filarete, a Firenze. "E' un evento bellissimo, capace di creare armonia tra attività sportiva, impegno civile e bellezza del territorio". Così il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, ha presentato la manifestazione - organizzata dall'Associazione sportiva dilettantistica Gs Le Torri, in collaborazione con Moica (Movimento italiano casalinghe) - che si svolgerà sabato 7 marzo alle 16. "Correre tra le colline fiorentine, accompagnati da un'organizzazione che dà all'attività motoria un significato valoriale, significa vivere l'8 marzo all'insegna di una testimonianza attiva - ha continuato il presidente - vuol dire impegnarsi per i valori legati alla Festa della donna, dalla parità dei diritti al riconoscimento del ruolo della donna, non solo tra le mura domestiche, ma anche nel lavoro e nella società". Alla conferenza stampa, insieme al presidente dell'Assemblea toscana, sono intervenuti il presidente del Quartiere 4, Mirko Dormentoni; la consigliera comunale Barbara Felleca; il presidente Uisp Firenze, Marco Ceccantini; la presidente della Asd Gs Le Torri, Catia Ballotti.