Toscana, presentata edizione 2019 del "Diotto" di Scarperia

Xfi

Firenze, 4 set. (askanews) - "Una delle manifestazioni più belle e autentiche della Toscana, che si tiene a Scarperia, città che dal 1306 domina il Mugello per conto di Firenze dal palazzo dei Vicari". Così il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani ha definito il 'Diotto' di Scarperia (Firenze), festa le cui origini si perdono nella notte dei tempi. L'edizione 2019 dell'evento è stata presentata questa mattina nella sala Barile di palazzo del Pegaso. Scarperia, fondata dalla Repubblica Fiorentina il 7 settembre 1306, ha da sempre organizzato i festeggiamenti della ricorrenza l'8 settembre, per associarli alla festa della Natività della Madonna, che appunto cade il giorno seguente: il 'Die otto'. Anche quest'anno, ha spiegato Giani (che sarà presente alla manifestazione), andrà in scena la rievocazione della successione vicariale, per ricordare il fatto storico del passaggio dei poteri tra Albertaccio di Andrea Corsini, vicario uscente, e Carlo di Roberto Acciaioli, nuovo vicario, avvenuto nel settembre del 1545.

"I giochi di gagliardia organizzati nell'occasione - ha ricordato il presidente del Consiglio - coinvolgono numerosi giovani del paese, i quali si impegnano attivamente per far vincere la loro contrada; è un ottimo metodo per promuovere la partecipazione dei ragazzi e per far crescere in loro il senso di appartenenza alla comunità".

La consigliera regionale Fiammetta Capirossi, originaria del territorio, ha ricordato che "alle gare partecipano i quattro rioni di Scarperia che, su tredici partecipanti, si guadagnano la finale". "Ogni anno cerchiamo di rispettare la tradizione - ha spiegato -, ma facendo anche attenzione a introdurre elementi innovativi per migliorare l'appuntamento".