Toscana, presentata la 17esima edizione del Pisa book festival

Xfi

Firenze, 8 ott. (askanews) - "Il Pisa book festival è una manifestazione importante, in linea con le politiche regionali di promozione della lettura e della bibliodiversità, perché coinvolge l'intera filiera del libro, dal singolo lettore all'editore, allo scrittore, alle scuole e alla cittadinanza. Si inserisce a pieno titolo negli obiettivi del 'Patto regionale per la lettura', che stiamo portando avanti". A dirlo la vicepresidente della Regione ed assessora regionale alla cultura Monica Barni, che presentando la 17esima edizione del Pisa Book Festival - in programma al Palazzo dei congressi di Pisa dal 7 al 10 novembre - ha ricordato le finalità e le prime azioni del 'Patto' sottoscritto da moltissimi soggetti della filiera del libro, toscani e nazionali, per promuovere la lettura, strumento necessario per poter esercitare una cittadinanza attiva e responsabile, a partire dalle giovani generazioni.

"Nell'ambito delle azioni del Patto per la lettura - ha spiegato Barni - si stanno già costituendo i primi gruppi di lavoro tematici. Ad esempio il 7 novembre, proprio al Pisa Book Festival, si riunirà il primo tavolo del gruppo "Fiere e festival", che metterà in collegamento tutte le varie esperienze, anche molto piccole, disseminate su tutto il territorio regionale, di fiere e festival sulla lettura".

La diciassettesima edizione del Pisa Book Festival, il salone degli editori indipendenti in programma da giovedì 7 a domenica 10 novembre al Palazzo dei Congressi di Pisa, sarà nel segno dell'Europa e delle sue culture. Oltre 200 le presentazioni di libri, tra titoli in catalogo e novità, 160 gli espositori, tutti rigorosamente indipendenti, che mettono in vendita agli stand migliaia di titoli per tutti i gusti e tutte le età, seminari per traduttori, laboratori di illustrazione e letture.