Toscana, presentata la stagione del Teatro comunale di Laterina

Xfi

Firenze, 14 nov. (askanews) - È "Esodo" di Simone Cristicchi lo spettacolo più atteso e ricco di significati della stagione teatrale 2019-2020 del Teatro comunale di Laterina (Arezzo) intitolata "Storie in con_fusione". Inserito tra le iniziative della Festa della Toscana 2019, "Esodo" andrà in scena il 15 marzo 2020 e rievocherà, attraverso un racconto per voce, parole e immagini il destino dei 350mila esiliati italiani che dal 10 febbraio 1947, in seguito ai trattati tra Italia e Jugoslavia che cedevano a quest'ultima la Dalmazia e l'Istria, furono costretti a lasciare la propria casa e la propria terra per trovare un rifugio altrove. E altrove, per una parte di quegli esuli giuliano-dalmati, fu anche Laterina, dove furono accolti nel campo profughi che fino a qualche tempo prima, a partire dall'inizio della Seconda guerra mondiale, era stato campo di concentramento e poi di prigionia.

A sottolineare la forza evocativa di questo legame tra "Esodo" e Laterina sono stati, nel corso della conferenza stampa di presentazione del cartellone teatrale che si è svolta nella sala Barile di palazzo del Pegaso, il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, il consigliere Simone Tartaro, il sindaco di Laterina-Pergine Valdarno, Simona Neri, e il direttore artistico del Teatro comunale, Riccardo Vannelli.

"Con il cartellone di questa nuova stagione teatrale, Laterina si propone come centro di cultura ed espressione teatrale attenta alla storia del territorio, ma anche capace di porsi all'attenzione del pubblico di tutta la Toscana", ha dichiarato il presidente Giani introducendo la presentazione. Un aspetto che è stato sottolineato anche dal consigliere Tartaro: "Questa nuova stagione teatrale è la riprova della capacità di fare cultura anche nelle piccole realtà della Toscana. Un lavoro che ha anche una grande valenza sociale".

Il sindaco Simona Neri ha ricordato che sabato prossimo, nel giorno inaugurale della stagione teatrale, "l'amministrazione, come già avvenuto lo scorso anno, regalerà un abbonamento al teatro e la Costituzione a tutti i ragazzi che compiranno 18 anni nel 2020. Ci sembra un modo per formare i cittadini del futuro, educandoli alla cultura ma anche ai principi di legalità, della Costituzione e dei diritti umani".